Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 18 SETTEMBRE 2019
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

In Sicilia concorsi per professioni sanitarie fuori norma

29 MAR - Gentile Direttore,
le Aziende Sanitarie Siciliane continuano a bandire i concorsi per l’accesso alla qualifica unica di dirigente delle professioni sanitarie infermieristiche, tecniche, della riabilitazione, della prevenzione e della professione di ostetrica non ottemperando alla normativa vigente; nello specifico, sono solite bandire il concorso per titoli e colloquio.
 
A tal proposito è bene ricordare che il giusto riferimento per la disciplina d'accesso alla qualifica, appunto, di dirigente delle professioni sanitarie è il DPCM 25 gennaio 2008 (G.U. 26 febbraio 2008, n. 48). Il DPCM, nello specifico, dà attuazione all'Accordo Stato Regioni 15 novembre 2007, dove sono stati dettati i criteri d'ammissione, la composizione della commissione esaminatrice e la valutazione delle prove d'esame. Quest'ultimo punto è esplicato negli artt. 3 - 4. In particolare l'art. 3 prevede una triplice prova d'esame: scritta, pratica e orale. Inoltre, non è specificata all'interno del DPCM un'eventuale discrezionalità dell'azienda a scegliere il genere di prova da sostenere.
 

Giacché nel successivo art. 4 vi è una ripartizione puntuale dei punteggi (30 punti prova scritta, 30 punti prova pratica, 20 punti prova orale) per un totale di 80 punti, è comprensibile come la scelta delle Aziende Sanitarie Siciliane di escludere alcune delle prove d'esame non è conforme alle previsioni del DPCM. E’ indubbio che sottrarre due prove d'esame necessiterebbe una ridistribuzione dei punti e, di conseguenza, una riscrittura dei criteri.
 
A questi “difetti di forma” si aggiunge poi, per alcuni dei concorsi in oggetto, la scelta dei componenti della commissione esaminatrice non conforme ai dettami dell’art. 2 del su citato DPCM: “La commissione esaminatrice è nominata dal direttore generale dell’Azienda U.S.L. o dell’azienda ospedaliera ed è composta da: a) presidente: il direttore sanitario o un dirigente sanitario di struttura complessa individuato dal Direttore Generale; b) componenti: due dirigenti dell’area delle professioni sanitarie di riferimento, di cui uno sorteggiato nell’ambito del personale in servizio presso le aziende UU.SS.LL. o le aziende ospedaliere situate nel territorio ed uno designato dalla regione; c) un segretario: un funzionario amministrativo della Azienda U.S.L. o dell’azienda ospedaliera almeno di categoria D”.
 
Ad esempio, l’Azienda Sanitaria Provinciale di Catania ha nominato – relativamente al concorso per Dirigente delle Professioni Tecnico-Sanitarie, come se il DPCM 25 gennaio 2008 non esistesse – il Direttore del Dipartimento di Scienze Radiologiche, il Direttore dell’U.O.C. di Radiodiagnostica del P.O. di Acireale e il Direttore dell’U.O.C. Patologia Clinica del P.O. Biancavilla-Paternò … (Delibera n. 372 del 15 marzo 2019).
 
Che fare? Ho deciso anche di chiedere aiuto a un noto giornalista, conduttore di un talk televisivo che tratta temi legati all’attualità con particolare riguardo alla politica, mal costume, legalità ecc … Concorda? Chissà che non riesca a essere più efficace della Procura della Repubblica!
 
Francesco Sciacca
CPS Tecnico di Radiologia Medica, Asp Siracusa
   

29 marzo 2019
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy