Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 16 OTTOBRE 2021
Lettere al direttore
segui quotidianosanita.it

Cambia la Giunta e quell’ospedale non si fa più

di Claudio Maria Maffei

10 FEB - Gentile Direttore,
è stata pubblicata ieri su QS la notizia dell’approvazione in Conferenza Stato-Regioni del decreto che  individua gli interventi nei settori dell’edilizia sanitaria (889,2 milioni) e della ricerca (10,8 milioni) come previsto dalla Legge 145/2018. 
 
Le Marche sono interessate per un finanziamento complessivo di 55 milioni di euro per il project financing, ai sensi dell’art. 183, comma 15 del D.lgs18 aprile 2016 n. 50, per la progettazione definitiva ed esecutiva, la costruzione e la gestione del Nuovo polo ospedaliero Marche Nord, con cofinanziamento pubblico.
 
Questo progetto in coerenza con le indicazioni del DM 70 del 2015  prevede la riunificazione in una unica sede delle attività della Azienda Ospedaliera Marche Nord che attualmente distribuisce le sue attività tra la struttura ospedaliera di Pesaro, quella di Fano più alcune attività nelle sede di Muraglia. Evidenti i vantaggi sul piano dell’efficienza gestionale e della efficacia operativa di un progetto che riunisce in una unica sede le diverse attività. Progetto del resto ricompreso nel Piano Sociosanitario Regionale 2020-2022.

 
Tale progetto, fortemente voluto dalla precedente Giunta, non piace alla nuova Giunta, tanto che a novembre in Consiglio Regionale è stata approvata una mozione che impegna la giunta a incaricare gli uffici di verificare la possibilità di revoca delle procedure relative alla realizzazione e finanziamento con il project financing della nuova struttura ospedaliera di Pesaro-Fano al servizio dell'Azienda Ospedaliera Marche Nord.
 
Fra l’altro il Progetto del nuovo Ospedale Unico Marche è stato anche inserito dalla precedente Giunta in un Accordo di Programma da sottoscriversi col Ministero della Salute in modo da accedere ai 105 milioni previsti per le Marche dalla Delibera CIPE 51/2019.Cifra tutta destinata nelle intenzioni della Regione Marche al nuovo Ospedale Marche Nord.
 
Si tratta ora di capire rapidamente se debba prevalere il diverso orientamento programmatorio della nuova Giunta o il percorso avviato a suo tempo dalla precedente. Ma il rapporto tra i Piani di investimento centrali  e gli improvvisi cambi di rotta delle politiche regionali si pone in prospettiva anche per il cosiddetto recovery plan.
 
Questo nella sua ultima versioneprevede un significativo investimento nelle Case della Comunità. Ma anche in questo caso nelle Marche l’orientamento della nuova Giunta va nella direzione opposta e cioè va verso la riapertura ed il potenziamento dei piccoli ospedali, proprio quelle strutture candidate ad ospitare nelle decisioni della precedente Giunta  le Case della salute a tipo Ospedali di Comunità. Questo è quantomeno il messaggio che trasmette l’Assessore alla Salute Filippo Saltamartini nelle sue dichiarazioni alla stampa.
 
Questa situazione locale richiama una problematica che ritengo però generalizzata: su quale assetto programmatorio regionale vengono calati i programmi di investimento in sanità attuali e soprattutto futuri?
 
C’è un modello atteso di offerta che si basi sul DM 70/2015 o una sua evoluzione? Chi e come deve provvedere agli indirizzi programmatori ed alla loro verifica da parte delle Regioni in modo da non finanziare investimenti calati su troppi Servizi Sanitari Regionali diversi?
 
Claudio Maria Maffei
Coordinatore scientifico Chronic-on

10 febbraio 2021
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Lettere al direttore

lettere al direttore
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy