toggle menu
QS Edizioni - domenica 29 gennaio 2023

Regioni e Asl - Abruzzo

Covid. Asl Lanciano-Vasto-Chieti, reintegrati 11 dipendenti non vaccinati. Ma riprenderanno il lavoro solo dopo la vautazione del medico competente

immagine 3 novembre - Si tratta di 2 medici, 6 infermieri, 1 fisioterapista e 2 tecnici. La Direzione Aziendale ha revocato con delibera i provvedimenti di sospensione adottati nei mesi scorsi. Potranno riprendere il lavoro dopo la valutazione del medico competente. Gli 11 dipendenti saranno sottoposti a visite ed esami, necessari per valutarne lo stato di salute e l’idoneità a ricoprire le stesse mansioni avute in precedenza
Sono 11 i dipendenti non vaccinati della Asl Lanciano Vasto Chieti che tornano al lavoro. La Direzione Aziendale ha revocato con delibera i provvedimenti di sospensione adottati nei mesi scorsi nei confronti del personale che si era sottratto all’obbligo di vaccinazione anti Covid stabilito dal Decreto legge dell’aprile 2021 e fissato quale requisito essenziale per l’esercizio della professione e lo svolgimento delle prestazioni lavorative sanitarie. Il reintegro fa seguito al nuovo decreto del 31 ottobre che ha modificato il precedente anticipando al 1° novembre la fine dell’obbligo vaccinale per le professioni sanitarie.

Il provvedimento riguarda 2 medici, 6 infermieri, un fisioterapista e 2 tecnici.

Potranno riprendere il lavoro dopo la valutazione del medico competente, la figura chiave per la gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, che collabora alla valutazione dei rischi ed effettua la sorveglianza sanitaria. Gli 11 dipendenti saranno sottoposti a visite ed esami, necessari per valutarne lo stato di salute e l’idoneità a ricoprire le stesse mansioni avute in precedenza.
3 novembre 2022
© QS Edizioni - Riproduzione riservata