toggle menu
QS Edizioni - lunedì 14 ottobre 2019

Regioni e Asl - Basilicata

Carenza organici. A Matera la Fials annuncia lo stato di agitazione

immagine 3 giugno - “La carenza cronica di organico e tutte le vicende che si susseguono quotidianamente, dalla vertenza per le progressioni orizzontali ai Progetti strategici aziendali, stanno creando un clima di tensione tra i lavoratori, innescando una vergognosa guerra tra poveri, mettendo gli uni contro gli altri”, spiega il sindacato, che chiede “un intervento tempestivo delle Istituzioni” o sarà “sciopero”.
Il Segretario Generale Fials Matera, Giovanni Sciannarella e il Segretario Fials Adams, Angelo Fracchiolla, annunciano lo stato di agitazione dei lavoratori Asm per gravi carenze del personale. “Con una nota inviata a Sua Eccellenza il Prefetto di Matera e alla Dirigenza Asm”, spiegano in una nota, “annunciamo lo stato di agitazione dei dipendenti Asm perché la situazione in tutti i presidi della Azienda Sanitaria Matera è grave. La carenza cronica di organico e tutte le vicende che si susseguono quotidianamente, dalla vertenza per le progressioni orizzontali ai Progetti strategici aziendali, stanno creando un clima di tensione tra i lavoratori, innescando una vergognosa guerra tra poveri, mettendo gli uni contro gli altri. Questa situazione ovviamente si ripercuote negativamente sull’utenza. Più volte i lavoratori e le segreterie di Fials Matera e Fials Adams hanno segnalato, con note specifiche, la gravità della situazione che ad oggi resta invariata”.

Sciannarella e Fracchiolla spiegano che “da oltre un anno la Asm ha bandito un avviso pubblico per assumere infermieri a tempo determinato, di cui ad oggi non abbiamo notizia. Per quanto riguarda la stabilizzazione del personale che ha i requisiti secondo la legge Madia la graduatoria è stata pubblicata a marzo 2019 ma i lavoratori aspettano ancora la chiamata. Inoltre ci sono due graduatorie di Idonei Oss da cui la dirigenza potrebbe attingere. Ma la Asm ovviamente al momento nicchia”.

E la situazione non cambia per il personale della dirigenza medica, “con carenze croniche di alcune figure che stanno portando alla progressiva chiusura o depotenziamento di servizi. Anche per i medici a fronte delle uscite ci sono pochissimi ingressi, scelta condizionata dalle lungaggini delle procedure di reclutamento e dal fatto che la Asm non è più appetibile visti i mille problemi”.

Pertanto i sindacati Fials Matera e Fials Adams chiedono “un intervento tempestivo delle Istituzioni” e, “se non ci saranno riscontri, proclameremo uno sciopero dei lavoratori”.
3 giugno 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata