toggle menu
QS Edizioni - sabato 16 ottobre 2021

Regioni e Asl - Campania

Izsm. Franco Roperto è il nuovo presidente eletto all’unanimità

immagine 30 luglio - Si è insediato il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. Roperto ordinario di Patologia Generale Veterinaria alla “Federico II”, ricoprirà l’incarico per i prossimi 4 anni. Limone: “Essenziale la sinergia con il Cda per affrontare le sfide future”
Si è insediato a Portici il nuovo Consiglio di Amministrazione dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno. Nel corso della riunione di insediamento, il Consiglio di Amministrazione ha, all’unanimità, eletto presidente Franco Roperto che ricoprirà l’incarico per i prossimi 4 anni.
 
L’organismo, nominato dal presidente della Giunta regionale della Campania, Vincenzo De Luca con decreto 112 del 7 luglio scorso, è composto dal  Aldo Grasselli, dirigente veterinario in servizio presso la Regione Liguria, in qualità di esperto designato dal Ministero della Salute; Franco Roperto, ordinario di Patologia Generale Veterinaria presso il dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni animali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, in qualità di esperto designato dalla Regione Calabria; Giuseppe Rocco Giugno, medico veterinario dell’Azienda Sanitaria di Locri, in qualità di esperto designato dalla Regione Calabria; Vincenzo Peretti, professore ordinario di Zootecnica generale e miglioramento genetico presso il dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni animali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, in qualità di esperto designato dalla Regione Campania e il Gaetano Oliva, direttore del dipartimento di Medicina Veterinaria e Produzioni animali dell’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, in qualità di esperto designato dalla Regione Campania.
 

“Al presidente Roperto e a tutti i componenti del Consiglio di Amministrazione faccio i migliori auguri di buon lavoro – ha dichiarato Antonio Limone, direttore generale dell’Izsm – i prossimi anni ci attendono nuove sfide nel campo della sanità pubblica, della profilassi veterinaria e della sicurezza delle produzioni agroalimentari e sarà essenziale la sinergia e la collaborazione con il Consiglio di Amministrazione per la definizione delle nuove progettualità”.
--
30 luglio 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata