toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 21 agosto 2019

Cronache

Incontinenza. Un problema che coinvolge 6 mln di italiani. Al via campagna Fais #Incontriamoci per sensibilizzare la popolazione

immagine 26 giugno - Presentata oggi al Ministero della Salute la campagna promossa dalla Federazione delle Associazioni Incontinenti e Stomizzati. “L’iniziativa fa parte di un progetto molto più ampio che proseguirà con il lancio a settembre di una piattaforma web dove saranno raccolte le esperienze delle persone incontinenti e stomizzate, e culminerà a novembre con una giornata di incontri dove ci confronteremo con tutte le parti che trattano di incontinenza”.
Una campagna istituzionale realizzata per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema dell’incontinenza che in Italia interessa, in vario modo, circa sei milioni di persone. FAIS onlus - Federazione delle Associazioni Incontinenti e Stomizzati lancia #INCONTriamoci la prima campagna sociale nazionale in occasione della Giornata Nazionale per la Prevenzione e la Cura dell’Incontinenza e della World Continence Week. All’evento ha preso parte anche il Ministro della Salute Giulia Grillo, che ha dato il proprio sostegno e la sua disponibilità a rilanciare l’iniziativa nel sito del Ministero.
 
All’evento erano presenti, con i rappresentanti di Istituzioni, Società Scientifiche mediche ed infermieristiche, il Sen. Pierpaolo Sileri - Presidente Commissione Igiene e Sanità - Senato della Repubblica, Pier Raffaele Spena - Presidente FAIS onlus, Tonino Aceti - Portavoce FNOPI, Giulio Aniello Santoro - ULSS2 Marca Trevigiana, Attilio Reginato - Delegato FAIS alle politiche su incontinenza e stomia. Ha moderato l’incontro Roberto Aloesio, Responsabile Scientifico FAIS onlus.

“Abbiamo per la prima volta lanciato una campagna di sensibilizzazione sull’incontinenza chiamata #INCONTriamoci, volta a mettere in risalto una questione che riguarda quasi sei milioni di persone in Italia - ha dichiarato il presidente FAIS Pier Raffaele Spena -. L’iniziativa fa parte di un progetto molto più ampio che proseguirà con il lancio a settembre di una piattaforma web dove saranno raccolte le esperienze delle persone incontinenti e stomizzate, e culminerà a novembre con una giornata di incontri dove ci confronteremo con tutte le parti che trattano di incontinenza. Questi sono tutti appuntamenti che aprono la strada ad una serie di attività che svolgeremo su territorio nazionale nel 2020, compreso il Congresso europeo di aprile, ospitato dal nostro Paese”.

La campagna sociale sull’incontinenza, la prima in Italia prodotta da una associazione di pazienti, prevede, tra le diverse attività di “sensibilizzazione”, la diffusione di video che racconta la condizione attraverso elementi informativi e di contesto, testimonianze dirette di persone che ne sono interessate. “L’operazione – si legge in una nota - , a carattere nazionale, vuole mettere in luce la realtà di un mondo fatto di persone normali, che ogni giorno vivono e affrontano l’incontinenza, molte volte senza però ricevere ma che spesso non ricevono le necessarie informazioni per affrontare un percorso coerente con la patologia, per questo subiscono veri e propri traumi che possono condizionare la loro esistenza e rendere veramente complessa quella dei caregivers. Particolare rilievo sarà dato alla figura del caregiver. L’obiettivo quindi è quello di creare e diffondere conoscenza intorno ad una condizione di cui si conosce ancora troppo poco. La campagna sarà diffusa attraverso diversi canali di comunicazione (web, social, carta stampata, p.e.)”.
26 giugno 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata