toggle menu
QS Edizioni - lunedì 18 ottobre 2021

Cronache

Carenza sangue. L’appello di Avis: “Importante donare ora”

immagine 30 luglio - Già nel mese di giugno si era registrato un calo del 10% delle donazioni di sangue, il doppio rispetto alla flessione registrata complessivamente nel 2020 (pari a circa il 5%). Negli ultimi giorni sono, inoltre, pervenute al Centro Nazionale Sangue ripetute segnalazioni di carenza di globuli rossi da parte delle associazioni dei pazienti talassemici e tale criticità appare diffusa a numerose regioni.
"Il calo delle donazioni di sangue rischia di mettere in difficoltà il sistema trasfusionale e sanitario del nostro Paese. Per questo è importante agire subito e compiere al più presto il proprio gesto di generosità". Con queste parole il Presidente di Avis Nazionale, Gianpietro Briola, ha voluto rivolgere un appello al dono per invitare gli italiani a dare il proprio contributo anche e soprattutto durante il periodo estivo.
 
Già nel mese di giugno si era registrato un calo del 10% delle donazioni di sangue, il doppio rispetto alla flessione registrata complessivamente nel 2020 (pari a circa il 5%). Negli ultimi giorni sono, inoltre, pervenute al Centro Nazionale Sangue ripetute segnalazioni di carenza di globuli rossi da parte delle associazioni dei pazienti talassemici e tale criticità appare diffusa a numerose regioni.
 
"La richiesta di sangue non si ferma mai - ricorda Briola -. Anzi: se già comunemente circa 1.800 pazienti necessitano di una trasfusione ogni giorno, l’incremento degli incidenti stradali durante questo periodo non può che aumentare il fabbisogno quotidiano. Che si parta o si trascorra l’estate in città – conclude il Presidente nazionale - il nostro invito è quello di contattare la sede Avis più vicina e prenotare la propria donazione".
 
Requisiti per donare
- Età compresa tra i 18 e i 60 anni per candidarsi a diventare donatori.
- Chiunque desideri donare il sangue per la prima volta dopo i 60 anni può essere accettato a discrezione del medico responsabile della selezione.
- Peso non inferiore ai 50 kg.
- Stato di salute buono.
- Stile di vita: nessun comportamento a rischio che possa compromettere la nostra salute e/o quella di chi riceve il nostro sangue.
- L’idoneità alla donazione del sangue viene stabilita da un medico mediante un colloquio, una valutazione clinica e una serie di esami di laboratorio previsti per garantire la sicurezza del donatore e del ricevente.
30 luglio 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata