toggle menu
QS Edizioni - lunedì 14 ottobre 2019

Regioni e Asl - Emilia Romagna

Punti nascita. Domani confronto Bonaccini-Speranza

immagine 17 settembre - Il presidente: “Dirò al ministro che siamo disponibili e pronti ad un confronto sui parametri per i punti nascita in montagna e come dissi al ministro Grillo c'è tutta la nostra disponibilità a sederci ad un tavolo”.
“Domani 18 settembre il presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, Stefano Bonaccini, incontrerà il ministro della Salute, Roberto Speranza. E in agenda c'è anche la ridiscussione dei criteri per il mantenimento dei punti nascita. In caso di accordo, potrebbero dunque anche essere riaperti i punti nascita chiusi in Emilia-Romagna negli ultimi anni nei centri appenninici, a partire da quello di Porretta terme ma anche quelli di Pavullo nel Frignano, Castenuovo monti e Borgo val di Taro. Molti i temi di questo primo incontro tra Bonaccini e Speranza, tra questi però anche la riapertura dei punti nascita.
 
"Dirò al ministro- spiega Bonaccini a margine della seduta di assemblea legislativa in corso a Bologna - che siamo disponibili e pronti ad un confronto sui parametri per i punti nascita in montagna e come dissi al ministro Grillo c'è tutta la nostra disponibilità a sederci ad un tavolo. Se si vogliono modificare i parametri l'Emilia-Romagna c'è, al pari credo di tutte le altre Regioni. L'eventuale riapertura dei punti nascita? Siamo pronti a ridiscutere tutto a campo aperto, ma non possiamo farlo da soli".
 
17 settembre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata