toggle menu
QS Edizioni - martedì 19 novembre 2019

Fimmg: “Non faremo mancare nostra collaborazione”

immagine 16 settembre - “Auguriamo buon lavoro al viceministro alla Salute, Pierpaolo Sileri, e al sottosegretario Sandra Zampa che assumono il proprio ruolo in un momento delicato, nel quale si avrà l’opportunità di operare scelte che avranno un peso significativo sul futuro della sanità italiana”. È quanto dichiara il segretario nazionale della Federazione italiana dei medici di medicina generale (FIMMG) Silvestro Scotti.
 
“La FIMMG non farà mancare la propria collaborazione” aggiunge Scotti “a sostegno della necessità del rilancio del Servizio Sanitario Nazionale e della Medicina Generale. I medici di medicina generale rappresentano nell’ambito del SSN un riferimento insostituibile, riuscendo ad offrire in modo omogeneo su tutto il territorio italiano la presa in carico delle problematiche sanitarie e assistenziali attraverso una medicina di prossimità basata sul rapporto di fiducia consolidato con i propri pazienti, una ampia capillarità e accessibilità garantita dalla presenza di oltre 65.000 studi medici, la capacità di garantire prevenzione, diagnosi e cura nei luoghi di vita degli assistiti attraverso la domiciliarità”.
 
Secondo Scotti “per continuare ad offrire anche in futuro ai cittadini italiani tutto questo, prestando attenzione all’innovazione di tecnologie e strumenti assistenziali e al passo con l’evoluzione dei bisogni di una popolazione sempre più anziana e fragile, è necessario che nella prossima legge di Bilancio siano previsti provvedimenti di investimento specifici sulla Medicina Generale, che prevedano impegni nei capitoli di spesa su occupazione e innovazione per favorire l'assunzione di personale e l'acquisizione di strumentazione tecnologica (diagnostica, telemedicina, Ict) negli studi dei medici di famiglia che visitano due milioni di cittadini al giorno”.
16 settembre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata