toggle menu
QS Edizioni - martedì 22 settembre 2020

Aim: "Ampliare termini per maturare requisiti richiesti per accedere al provvedimento"

immagine 8 dicembre - L’Associazione Italiana Medici (AIM) chiede di prolungare il termine per raggiungere i requisiti (almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni) per rientrare nelle norme dell'emendamento "salva precari" annunciato da Speranza. Il termine previsto dall'emendamento è ora fissato al 30 giugno 2019.
 
La richiesta dell'Associazione nasce, spiega Walter Mazzucco, "per non creare disparità di trattamento tra i medici precari, stabilendo una volta e per tutte un orizzonte temporale ultimativo, in modo da ampliare la platea dei destinatari dell’intervento".
 
Aim cheide poi che il Legislatore intervenga "il prima possibile per porre fine alla stagione delle sanatorie in sanità e per ripristinare il normale corso dei concorsi per l’accesso ai ruoli dirigenziali del Servizio Sanitario Nazionale, garantendo prospettive occupazionali stabili e meccanismi di selezione e progressione di carriera meritocratici e trasparenti".
 
8 dicembre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata