toggle menu
QS Edizioni - martedì 22 settembre 2020

M5S rilancia con suo subemendamento: “Posticipare il termine del 30 giugno 2019 per allargare la platea dei beneficiari”

immagine 8 dicembre - "Stiamo lavorando per estendere i requisiti previsti dai commi 1 e 2 dell’articolo 20 della Legge Madia sul superamento del precariato nelle pubbliche amministrazioni a chi lavora nel Servizio sanitario nazionale”. Lo annunciano, in una nota congiunta, il viceministro della Salute Pierpaolo Sileri e Maria Domenica Castellone, capogruppo del Movimento 5 Stelle in Commissione Igiene e Sanità del Senato.

Per questo, spiegano, “il MoVimento 5 Stelle presenterà un subemendamento all’emendamento relatore 55.0.2000 al ddl di Bilancio. Ben venga estendere quanto previsto dalla Legge Madia, ovvero la possibilità per le amministrazione di assumere a tempo indeterminato fino al 31 dicembre 2022, ma limitare al 30 giugno 2019 la possibilità per i precari di aver ottenuto quanto serve per essere stabilizzati è limitante. Posticipare il termine entro cui questi lavoratori devono aver maturato almeno tre anni di servizio, anche non continuativi, negli ultimi otto anni, significa allargare di tanto la platea dei beneficiari. Non solo, il prossimo passo sarà intervenire sulle norme vigenti per le assunzioni in sanità, per evitare di continuare a procedere con sanatorie. Il personale del Servizio sanitario nazionale merita prospettive lavorative stabili”.  
8 dicembre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata