toggle menu
QS Edizioni - lunedì 28 novembre 2022

Ma dalla Commissione Salute delle Regioni reazione tiepida: “Piano di difficile applicazione”

di L.F.
8 febbraio - Se non è una bocciatura poco ci manca. La reazione degli assessori alla Sanità delle Regioni al testo dell’aggiornamento del Piano nazionale vaccini è infatti molto tiepida. A quanto si apprende il documento presenta “criticità” ed è a causa della carenza di vaccini “di difficile applicazione”.
 
Per la Commissione Salute delle Regioni si dovrebbe consentire immediatamente l’utilizzo del vaccino Astrazeneca, partendo esclusivamente dal “personale scolastico ed universitario” e rinviare la discussione sulle altre categorie quando ci saranno vaccini a sufficienza. Inoltre per gli assessori l’ordine delle priorità delle categorie di cittadini da vaccinare dopo la fase 1 potrebbe essere definito con una semplice circolare del Ministero della Salute.
 
Infine gli assessori chiedono di approfondire con Aifa possibilità di utilizzare il vaccino Astrazeneca anche agli over 55 in assenza di patologie importanti. Ora vedremo cosa decideranno domani i presidenti.
 
L.F.
8 febbraio 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata