toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 13 novembre 2019

Governo e Parlamento

Antibiotico-resistenza. M5S: “Al lavoro con nostri provvedimenti”

immagine 19 settembre - Il Movimento in seguito a casi da batterio New Delhi che si stanno registrando in Toscana ha deciso di dare un’accelerata sulla questione. “È noto che la resistenza agli antibiotici sta diventando un fenomeno sempre più preoccupante e non trascurabile, rappresentando a tutti gli effetti una grave minaccia per la salute della popolazione”.
“I diversi casi di infezione da batterio New Delhi che si stanno registrando in Toscana ci ricordano quanto sia importante e urgente perseguire una politica di contrasto alla resistenza antimicrobica fondata innanzitutto sulla prevenzione e sul corretto uso degli antibiotici. Sebbene, infatti, non sia ancora appurato il collegamento tra il batterio New Delhi e il rischio di mortalità, è noto che la resistenza agli antibiotici sta diventando un fenomeno sempre più preoccupante e non trascurabile, rappresentando a tutti gli effetti una grave minaccia per la salute della popolazione. Per questo motivo, già da alcuni mesi la Commissione Affari Sociali sta affrontando il tema con una risoluzione per attivare nel nostro Paese un efficace contrasto alla resistenza agli antimicrobici, in linea con le indicazioni dell’OMS”. Lo dichiarano in una nota i deputati del MoVimento 5 Stelle in commissione Affari sociali.
 
“Puntiamo a impegnare il Governo ad adottare una serie di iniziative, tra cui anche campagne di informazione e sensibilizzazione per un uso prudente di questi farmaci: campagne che dovranno essere rivolte, oltre che ai pazienti, anche alle imprese che lavorano nel settore dell’acquacoltura, dell’agricoltura e dell’allevamento del bestiame. Inoltre”, proseguono i portavoce, “è già stata depositata una proposta di legge che persegue lo stesso obiettivo e che vogliamo discutere al più presto in Aula: se consideriamo che il 50% degli antibiotici prescritti agli esseri umani è inadeguato e il 25% del consumo non è gestito correttamente, appare chiara l’urgenza di un simile provvedimento”, concludono i deputati del MoVimento 5 Stelle.
19 settembre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata