toggle menu
QS Edizioni - venerdì 7 ottobre 2022

Lavoro e Professioni

I medici si scagliano contro la pubblicità di Axa Salute. Fnomceo: “Offesa gratuita, inaccettabile”

immagine 22 luglio - “Il tuo medico di famiglia è irraggiungibile?” questo il claim (che pare esser stato rimosso dai canali social della compagnia), che invita poi a non preoccuparsi perché, con la loro soluzione, si può ricevere assistenza medica “24/7”. L’Ordine dei medici: “Sarebbe opportuno, e anzi doveroso che il messaggio pubblicitario si limitasse a evidenziare la qualità del prodotto senza denigrare la professionalità e l’abnegazione dei medici”.

Indignazione, tra i medici, per la pubblicità di un pacchetto assicurativo che offre assistenza medica privata. “Il tuo medico di famiglia è irraggiungibile?” questo il claim, che invita poi a non preoccuparsi perché, con la loro soluzione, si può ricevere assistenza medica “24/7”. Il tutto corredato da un’immagine, ripresa dall’alto: due bagnanti, dei quali uno cerchiato e indicato con una freccia, e il messaggio: “Il tuo medico di base sta facendo snorkeling nel Mar Rosso?”.


Secca e pronta la risposta del Presidente della Fnomceo, la Federazione nazionale degli Ordini dei Medici, Filippo Anelli, che ha preso carta e penna e scritto al Direttore Generale di Axa Assicurazioni, Thomas Buberl.

“Quale Presidente della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (FNOMCeO), ente pubblico sussidiario dello Stato, esponenziale dei 461.000 medici e odontoiatri italiani, in riferimento al messaggio pubblicitario del prodotto "Soluzioni Salute", devo decisamente rimarcare l'inopportunità delle modalità adoperate” premette Anelli.

Che continua: “Infatti, il messaggio - sia testuale che iconico - si risolve in un’offesa gratuita ai danni di professionisti medici che, sino a prova contraria, hanno assicurato e assicurano la massima tutela della salute dei loro pazienti anche a costo della vita, come avvenuto durante la pandemia da COVID-19”.

“Sarebbe opportuno, e anzi doveroso – ammonisce - che il messaggio pubblicitario si limitasse a evidenziare la qualità del prodotto senza denigrare la professionalità e l’abnegazione dei medici, riconosciute a tutti i livelli e recentemente messe duramente alla prova durante la terribile esperienza pandemica che ha travolto il nostro Paese”.

“Mi auguro - conclude - che vorrà prontamente prendere le iniziative opportune al fine di eliminare un messaggio inaccettabile quale è quello pubblicato e comunque nelle more mi riservo ogni azione a tutela della Professione medica”.

Al momento lo spot pare esser stato rimosso dai canali social della compagnia assicurativa anche se in rete ancora si trova.

22 luglio 2022
© QS Edizioni - Riproduzione riservata