toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 28 luglio 2021

Lavoro e Professioni

Pnrr. Cimo-Fesmed: “Pieno sostegno alla Fnomceo, questione medica è obiettivo prioritario”

immagine 10 giugno - Il riferimento è alla questione medica sollevata in questi giorni dalla Fnomceo. Spetta certamente ai Sindacati difendere gli interessi di categoria attraverso il rinnovo dei contratti di lavoro dei medici pubblici, convenzionati e del privato ma il ruolo di sinergia con la propria Federazione è fondamentale". Così in una nota la Federazione dei medici Cimo-Fesmed.
Dalla Federazione dei medici Cimo-Fesmed arriva pieno sostegno alla questione medica sollevata in questi giorni dalla Fnomceo "basandosi su un sentire comune nel mondo dei professionisti della sanità, che esclusi da qualsiasi forma di dialogo con le Istituzioni in questa fase di rilancio del nostro Ssn attraverso il Pnrr".
 
"Come Sindacato rappresentativo di professionisti - di soli dottori e dottoresse - indipendente e svincolato da logiche extraprofessionali, riteniamo che l’autonomia della professione, il ruolo sociale del medico, la formazione dei dottori e la delicata questione del task shifting che, di fatto, erode sempre di più le competenze mediche anche con provvedimenti assunti fuori norma di legge, debbano invece essere le priorità nel dibattito sul futuro della sanità italiana", si legge in una nota.
 
"E dunque bene ha fatto il documento redatto dalla Fnomceo a sollevare tale questione medica. Sosteniamo da sempre che la sinergia tra Ordine Professionale e Sindacati sia di fondamentale importanza per sostenere, ognuno nell’ambito dei propri ruoli istituzionali, i medici italiani soprattutto in questo lungo periodo che li ha visti travolti da una pandemia. Spetta certamente ai Sindacati difendere gli interessi di categoria attraverso il rinnovo dei contratti di lavoro dei medici pubblici, convenzionati e del privato ma il ruolo di sinergia con la propria Federazione è fondamentale perché essa rappresenta, in modo trasversale, quel mondo medico, anche quello che non lavora, che oggi è oggetto di “attenzione” da parte di portatori di interesse che, oltre ad avere obiettivi diversificati, spesso hanno interessi contrapposti", conclude Cimo-Fesmed.
10 giugno 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata