toggle menu
QS Edizioni - sabato 16 ottobre 2021

Regioni e Asl - Marche

Vaccino Covid. Saltamartini: “Sono 400mila i marchigiani che ancora mancano all’appello. Occorre campagna di sensibilizzazione”

immagine 29 giugno - Ad oggi su 1.366.932 di dosi consegnate ne sono state somministrate 1.272.060 (93,05%): 860.022 prime dosi e 412.038 richiami. Tra gli over 80 sono state vaccinate con la prima dose 109.386 persone e, di queste, 100.973 hanno ricevuto anche la seconda, nella fascia 70-79 a fronte di 115.139 prime somministrazioni si registrano 54.737 richiami. Ma sono gli under 60 a destare maggiore preoccupazione.
“Mancano all’appello circa 400mila persone”. L’assessore regionale alla Sanità delle Marche, Filippo Saltamartini, non nasconde una certa preoccupazione per l’andamento della campagna vaccinale.

Ad oggi su 1.366.932 di dosi consegnate ne sono state somministrate 1.272.060 (93,05%): 860.022 prime dosi e 412.038 richiami. Tra gli over 80 sono state vaccinate con la prima dose 109.386 persone e, di queste, 100.973 hanno ricevuto anche la seconda, nella fascia 70-79 a fronte di 115.139 prime somministrazioni si registrano 54.737 richiami, nella fascia 60-69 107.673 persone sono state vaccinate con la prima dose e, di queste, 28.478 hanno ricevuto anche la seconda. Ma sono gli under 60 a destare maggiore preoccupazione: 50-59 (89.926 prime dosi di cui 9.084 hanno ricevuto la seconda), 40-49 (71.326 prime dosi di cui 2.313 hanno ricevuto la seconda), 16-39 (89.666 prime dosi e 596 seconde dosi).

“Dobbiamo avviare una campagna di sensibilizzazione sul dovere di vaccinarsi perché tra una ventina di giorni nelle Marche avremo esaurito le prenotazioni- dice Saltamartini-. Mancano all’appello circa 400mila persone alcune delle quali dicono ‘faremo il vaccino a settembre’, ma noi dobbiamo immunizzare la maggior parte delle persone ora perché se arriviamo a settembre poi in autunno c’è il rischio che le persone necessitino nuovamente di ricoveri ospedalieri. Dobbiamo cercare di vaccinarci per sconfiggere le varianti”. Fondamentale in questo momento è il coinvolgimento della fascia di popolazione meno anziana.

“La fascia 12-60 è quella più interessata infatti tra gli over 60 abbiamo superato l’87% - conclude -. Cercheremo di incentivare la vaccinazione con dei camper davanti a discoteche e luoghi di afflusso, ma l’appello è quello di vaccinarsi: è l’unico modo per sconfiggere il Covid”.
 
29 giugno 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata