toggle menu
QS Edizioni - venerdì 15 ottobre 2021

Regioni e Asl - Molise

Vaccini Covid. Toma: “Nessun consigliere e assessore regionale ne ha beneficiato”

immagine 3 febbraio - La precisazione del governatore dopo che la questione era stata sollevata in Consiglio regionale, con la consigliera leghista Aida Romagnuoli che denunciava come tra i beneficiari del vaccino risultassero anche “alcuni noti politici a livello regionale, nonché parenti, amici e compari degli stessi”, pur non avendone il diritto, perché non inseriti nelle classi di priorità di questa prima fase della campagna vaccinale. .
“Ho provveduto immediatamente a fare chiarezza sulla questione sollevata in Consiglio regionale, perché la trasparenza difende le istituzioni democratiche e la fiducia dei cittadini verso di esse. Dalla comunicazione ufficiale dell'Asrem emerge che nessun consigliere e assessore regionale abbia avuto accesso al vaccino. In caso contrario, avrei sicuramente attivato tutte le procedure per tutelare la salute dei molisani e far rispettare le regole”. Così il presidente della Regione Molise, Donato Toma, interviene con una nota sulla questione discussa in Consiglio regionale.

A sollevare i dubbi sulla presenza di “furbetti del vaccino” tra i politici era stata la consigliera leghista Aida Romagnuolo: “Sembrerebbe che ad usufruire nel Molise della somministrazione dei vaccini e, non ne avevano diritto, tra i 947 beneficiari ci sarebbeto stati anche alcuni noti politici a livello regionale, nonché parenti, amici e compari degli stessi, ma anche qualche amministratore e parenti”, scriveva anche su Facebook negli scorsi giorni, annunciano una interrogazione al Presidente della Giunta Regionale “perché l'Asrem fornisca tutte le dovute spiegazioni e documentazioni, anche in vista della seconda dose somministrata o ancora da somministrare agli stessi raccomandati. Penso, pensiamo, che bisogna fare piena luce su questa oscura e vergognosa vicenda”.

 
3 febbraio 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata