toggle menu
QS Edizioni - sabato 16 ottobre 2021

Regioni e Asl - Molise

Ordine dei Medici di Isernia: “Puntiamo sulla telemedicina, una risorsa per il Molise”

immagine 27 aprile - Fernando Crudele la vede come “una svolta” maggiormente conosciuta con l’esperienza Covid, utile in un territorio “caratterizzato da tanti piccoli paesi montani isolati e da infrastrutture stradali disastrate” invitando le istituzioni a “puntare a presentare progetti per ottenere fondi, ad esempio quelli dedicati alle aree interne” oppure dal “Recovery Plan”.
“La telemedicina è una svolta, in particolare per territori come quello molisano, caratterizzato da tanti piccoli paesi montani isolati e da infrastrutture stradali disastrate”. Cosi' il presidente dell'Ordine dei Medici di Isernia, Fernando Crudele, analizzando quanto accaduto con l’emergenza Covid.

“L'idea è di attivare piattaforme telematiche - prosegue Crudele in una nota condivisa sul sito dell’Omceo - che consentano di collegarsi direttamente con il paziente. I vantaggi sarebbero enormi, la telemedicina può dare tanto in termini di prevenzione delle malattie. Può consentire di riorganizzare i servizi sul territorio in maniera più razionale, anche da un punto di vista economico”.

“Tra l'altro - conclude - le istituzioni preposte potrebbero anche puntare a presentare progetti per ottenere fondi statali o comunitari, ad esempio quelli dedicati alle aree interne o, ancora, quelli stanziati dall’Unione europea attraverso il Recovery Plan (Piano nazionale di ripresa e resilienza) che, almeno sulla carta, dovrebbe riservare maggiore attenzione al Sud e alla Sanità”.
 
27 aprile 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata