toggle menu
QS Edizioni - sabato 16 ottobre 2021

Regioni e Asl - Molise

In Molise mancano gli Anestesisti, l’Asrem ci riprova

di Lorenzo Proia
immagine 1 settembre - Al via un nuovo concorso per 7 posti dopo precedenti con scarsi esiti. In caso di assunzioni a tempo indeterminato dei candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito, permane il vincolo di permane il vincolo di permanenza biennale presso l’Asrem. E a Guglionesi l’unico mmg oggi è in pensione, il Prc: “Non si può obbligare una persona anziana a recarsi a Termoli se non a Larino per una visita dal medico di base”.
Il primo avviso pubblico del 31 dicembre 2020 per soli titoli, finalizzato all’assunzione a tempo determinato di tre medici specializzati in Anestesia e Rianimazione è andato deserto, mentre al concorso bandito lo scorso marzo per l'assunzione di otto medici della stessa disciplina ha partecipato un solo candidato risultato idoneo.

Ora, considerata la persistente carenza di medici specialisti, l’Azienda sanitaria regionale del Molise (Asrem) ha deciso di bandire un nuovo concorso per l’assunzione a tempo indeterminato di sette medici. La partecipazione, si legge nel documento aziendale, è estesa ai medici in formazione specialistica iscritti al terzo anno del relativo corso di specializzazione collocati, in seguito all’esito positivo della procedura concorsuale, in graduatorie separate.

In caso di assunzioni a tempo indeterminato dei candidati utilmente collocati nella graduatoria di merito, permane il vincolo di permane il vincolo di permanenza biennale presso l’Asrem quale sede di prima nomina.

Non solo Anestesisti intanto, anche piccole difficoltà locali vengono segnalate a Guglionesi: “In tanti a Guglionesi a rischio di restare senza medico di base”, la denuncia arriva dal Prc del Molise che invita il Comune a risolvere la problematica che riguarda molti residenti, soprattutto anziani non autonomi, costretti a breve a raggiungere Termoli a 10 km di distanza per le visite mediche in quanto già pieni di pazienti i medici di base del paese. Il segretario regionale Pasquale Sisto chiede all’Amministrazione comunale e al partito di maggioranza che amministra: “di adoperarsi affinché in paese venga ripristinato il minimo dovuto per quando riguarda la salute e la pubblica incolumità”.

Proprio da oggi, 1° settembre, l’unico medico rimasto in servizio andrà in pensione. In tanti si sono rivolti all’Asrem, nel vecchio San Timoteo a Termoli, per fare la scelta del nuovo medico scoprendo che gli altri operatori sanitari del paese sono al completo e non sarà possibile sceglierli.

“Questa situazione creatasi a Guglionesi ma comune in molti altri piccoli centri della Regione, dimostra ancora una volta la disastrosa situazione che versa la sanità molisana – aggiunge Sisto - piu' volte da noi denunciato anche con manifestazioni e presidi. Non si può obbligare una persona anziana a recarsi a Termoli se non a Larino per una visita dal medico di base”.

Lorenzo Proia
1 settembre 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata