toggle menu
QS Edizioni - domenica 18 agosto 2019

Regioni e Asl - Provincia Autonoma di Trento

Trento. In Val di Fiemme non si riesce a trovare un nuovo pediatra. Anadati deserti ben tre bandi 

immagine 14 marzo - In attesa del reclutamento di un nuovo professionista sul territorio la Provincia ricorda che è attivo 24 ore su 24 un servizio pediatrico all’ospedale di Cavalese. L’Apss si è intanto attivata per permettere alle famiglie sprovviste del pediatra di rivolgersi temporaneamente ad un altro professionista della zona in attesa del reclutamento del nuovo pediatra.
Problemi a trovare pediatri di libera scelta nella Val di Fiemme, dopo il collocamento a riposo della dottoressa Andreina Ferrari. La Giunta provinciale fa infatti sapere che “purtroppo ad oggi, dopo tre bandi, la ricerca dello specialista titolare ha dato esito negativo e pertanto sarà pubblicato un nuovo bando per coprire la zona carente, in tal modo da superare la situazione di incertezza che si è venuta a creare in molti genitori al momento del pensionamento della pediatra”.

La Giunta ricorda che “la difficoltà nella copertura della zona, è imputabile alla mancanza, a livello nazionale, di medici specializzati in pediatria, inoltre preme evidenziare che l’Apss si è sempre impegnata per trovare soluzioni per migliorare l’offerta sanitaria sul territorio delle valli dell’Avisio e per dare risposte ai bisogni della popolazione nel miglior modo possibile”.

Fermo restando che l’Apss continuerà la ricerca del pediatra, pubblicando ulteriori bandi per la copertura del servizio, la Giunta ricorda che “è comunque attivo 24 ore su 24 un servizio pediatrico all’ospedale di Cavalese”e fa sapere che l’Apss si è attivata per permettere alle famiglie sprovviste del pediatra di rivolgersi temporaneamente ad un altro professionista della zona, che si sarebbe già reso disponibile, in attesa del reclutamento del nuovo pediatra..
14 marzo 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata