toggle menu
QS Edizioni - venerdì 30 settembre 2022

Regioni e Asl - Puglia

Covid. FI Puglia: “Da Regione 10 milioni di debito verso le farmacie per i tamponi”

immagine 29 luglio - "La Regione non solo non paga, come da intese, ma non ha nemmeno emanato un solo provvedimento di spesa per impegnare le risorse necessarie. Il che è veramente inaccettabile e lede l'affidabilità e la credibilità della pubblica amministrazione". Così il commissario di Forza Italia in Puglia, Mauro D'Attis, e il vice commissario, Dario Damiani.

"Sconcertante: le farmacie fanno i tamponi gratis da gennaio e la Regione non solo non paga, come da intese, ma non ha nemmeno emanato un solo provvedimento di spesa per impegnare le risorse necessarie. Il che è veramente inaccettabile e lede l'affidabilità e la credibilità della pubblica amministrazione".

Così, in una nota congiunta, il commissario di Forza Italia in Puglia, Mauro D'Attis, e il vice commissario, Dario Damiani.

"A gennaio scorso è stato firmato il protocollo con il quale le farmacie si impegnavano a eseguire i tamponi antigenici gratis per l'accertamento della guarigione da Covid 19. Naturalmente, il servizio sarebbe stato rimborsato dalla Regione Puglia, ma a distanza di mesi e mesi arriva l'amara (e gravissima) scoperta: le farmacie non hanno ancora ricevuto un solo euro", spiegano."Il debito nei loro confronti ammonta a circa 10 milioni di euro e non si sa quando verrà saldato, dal momento che la Regione non ha emanato un solo provvedimento successivo al protocollo", proseguono.

"Non possiamo, quindi, che ringraziare le farmacie pugliesi per aver proseguito nell'attività resa gratuitamente ai cittadini senza interromperla, ma stigmatizziamo l'inefficienza della Giunta Emiliano sulla pelle di una categoria che tanto ha dato nella gestione della pandemia e tanto continua a dare", concludono D'Attis e Damiani. 

29 luglio 2022
© QS Edizioni - Riproduzione riservata