toggle menu
QS Edizioni - venerdì 30 ottobre 2020

Regioni e Asl

Un selfie anti-covid. Al via la campagna social di Federsanità “Io ci sto. E tu?”

immagine 21 settembre - Promossa dalla Asl toscana sud est e da Federsanità nazionale sarà su instagram, facebook, twitter e youtube per favorire corretti comportamenti di prevenzione sul territorio. Il primo selfie ad avviare la campagna quello del Ministro della Salute Roberto Speranza. 
Un selfie per dimostrare il proprio impegno contro il Covid, un primo piano con la mascherina. Al via la campagna anti-Covid ideata e promossa dalla Asl Toscana sud est, a cui ha aderito da subito anche Federsanità, dedicata ai giovani al fine di promuovere corretti comportamenti di prevenzione attraverso la divulgazione sui canali social Instagram, Facebook, Twitter e YouTube.

Federsanità ha aderito all'iniziativa e promuoverà in tutte le regioni la divulgazione del messaggio “Io ci sto! E tu?” perchè "favorire corretti comportamenti di prevenzione sul territorio - ha sottolineato Tiziana Frittelli Presidente nazionale di Federsanità - deve essere la priorità di ogni singola azienda sanitaria. Dobbiamo sostenere la collaborazione sinergica con tutte le istituzioni coinvolte sui territori a partire dai Comuni e dalle scuole affinchè le buone pratiche e le esperienze positive divengano diffuse e positivamente virali".

Il progetto in Toscana è realizzato in collaborazione con i 99 Sindaci della Asl Toscana sud est, con le scuole e con il terzo settore e si concretizza in azioni di sensibilizzazione e di apprendimento attivo che vadano oltre l’informazione ma che favoriscano l’apprendere dall’esperienza e dalla contaminazione virale delle buone pratiche. Se anche “tu ci stai”, scatta un selfie con la tua mascherina ed inviala ad info@federsanita.it e potrai ritrovarla in tutti i canali social dei partner che aderiscono all’iniziativa. 
 
Combatti il Coronavirus, diventa eroe contro la pandemia. Io ci sto. E tu? “I giovani – ricorda il Direttore generale della Asl Toscana sud est, Antonio D'Urso - sono quelli che si muovono di più, coloro che in questo momento, guardando i numeri, sono i più colpiti da Covid 19. È proprio la loro voglia di uscire e di stare insieme, purtroppo non sempre in modo responsabile, che sta riportando i picchi di contagio ai giorni bui dell'emergenza. Il problema non sono solo e non tanto loro che con la quarantena e le giuste cure superano la malattia, quanto le persone più fragili con cui possono entrare in contatto e le complicanze a cui posso andare incontro”.
 
Da qui nasce la prima sfida della Sud Est ai giovani, gli eroi contro l’epidemia, come li definisce la Campagna, con il loro diritto di divertirsi in modo sicuro. La campagna “Io ci sto! E tu?” invita ognuno a scattarsi una foto, un selfie, con la mascherina che è il primo strumento nella lotta al contagio. 
 
 src="https://www.facebook.com/plugins/video.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2FUsltoscsudest%2Fposts%2F2757614284494185&show_text=false&width=734&height=413&appId" width="734" height="413" style="border:none;overflow:hidden" scrolling="no" frameborder="0" allowTransparency="true" allow="encrypted-media" allowFullScreen="true">

21 settembre 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata