toggle menu
QS Edizioni - venerdì 7 ottobre 2022

Scienza e Farmaci

Covid. Denunciata la carenza di ibuprofene. La rassicurazione della Fofi: “Lo prepariamo noi”

immagine 11 luglio - Il farmaco è uno degli antidolorifici e antinfiammatori che vengono più comunemente indicati in caso di dolori muscolari, febbre, mal di testa, ossia i sintomi più lievi della variante Omicron del Covid. Con l’esplosione dei contagi, probabilmente c’è stata anche un boom di richieste al quale non si riesce a far fronte. Mandelli (Fofi): " È una carenza che ovviamente crea disagio ai pazienti ma non c’è nessun allarme perché fortunatamente i farmacisti possono tamponare questa mancanza allestendo loro stessi il preparato”.

L’ibuprofene, uno degli antidolorifici e antinfiammatori che vengono più comunemente indicati in caso di dolori muscolari, febbre, mal di testa, ossia i sintomi più lievi della variante Omicron del Covid, sembra diventato ormai introvabile. In questo momento, con l’esplosione dei contagi, probabilmente c’è stato anche un boom di richieste al quale non si riesce a far fronte.

“Il problema non riguarda soltanto Roma, ma a macchia di leopardo, tutta l’Italia. In questo momento, infatti, il farmaco non è reperibile presso l’azienda - spiega Andrea Mandelli, presidente della Federazione Ordini Farmacisti Italiani (Fofi) -. È una carenza che ovviamente crea disagio ai pazienti ma non c’è nessun allarme perché fortunatamente i farmacisti possono tamponare questa mancanza allestendo loro stessi il preparato dietro presentazione della ricetta medica”.

“Come già successo in questi due anni e mezzo, i farmacisti possono sopperire alle mancanze dimostrandosi ancora una volta elemento fondamentale per costruire la prossimità delle cure, prossimità che è un’esigenza del Paese. Il farmacista è l’amico del paziente”, rassicura Mandelli.

11 luglio 2022
© QS Edizioni - Riproduzione riservata