toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 16 ottobre 2019

Scienza e Farmaci

E-cig. La precisazione dell’Iss: “Non esiste alcun piano che preveda divieti”

immagine 16 settembre - Così l'Istituto risponde a quanto riportato oggi su Il Messaggero, dove, in relazione proprio all'Iss si parlava di imminenti "strategie in grado di attuare le misure di prevenzione più efficaci per contrastare i possibili rischi associati all’uso del dispositivo". Quanto poi ale dichiarazioni della diriegente Roberta Pacifici sui rischi della sigaretta elettronica, "non si riferiscono ad alcun piano nazionale o regionale ma riguardano la posizione più volte espressa dall’Istituto".
In relazione a quanto comparso nelle pagine del Messaggero di oggi,  dove, in relazione proprio all'Iss si parlava di imminenti "strategie in grado di attuare le misure di prevenzione più efficaci per contrastare i possibili rischi asociati all’uso del dispositivo", arriva una nota di chiarimento da parte dello stesso Istituto che precisa: "Non esiste alcun Piano Iss in cui è prevista una stretta in arrivo sulle e-cig”.

"L’Istituto - si spiega nella nota - in quanto organo tecnico-scientifico del Servizio Sanitario Nazionale supporta la definizione di piani e azioni riguardanti la Salute Pubblica a sostegno di Regioni e Ministero della Salute. Qualsiasi strategia o sviluppo di un Piano nazionale non può che vedere l’Iss operare a supporto di essi. Le dichiarazioni della Dr.ssa Roberta Pacifici sui rischi della sigaretta elettronica non si riferiscono ad alcun piano nazionale o regionale ma riguardano la posizione più volte espressa dall’Istituto sull’opportunità di attuare allo stato attuale delle conoscenze un principio di cautela riguardo l’utilizzo di questi dispositivi". 
16 settembre 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata