toggle menu
QS Edizioni - lunedì 6 febbraio 2023

Studi e Analisi

Monitoraggio Covid. Si ferma la corsa del virus: incidenza stabile ma prosegue la salita dei ricoveri

di L.F.
immagine 2 dicembre - L'incidenza è stabile a 386 ogni 100.000 abitanti rispetto ai 388 della precedente rilevazione. Per quanto riguarda l’occupazione dei letti sono in crescita le terapie intensive: a livello nazionale il tasso è al 3,2% rispetto al 2,5% della scorsa settimana. Sale anche il numero dei pazienti in Area non critica che si attestano al 13,3% rispetto al 12% della settimana precedente. In crescita anche l’indice Rt che si attesta a 1,14. IL REPORT - LE SLIDE DELL'ISS

Si arresta la corsa del virus. L'incidenza è stabile a 386 ogni 100.000 abitanti rispetto ai 388 della precedente rilevazione. Per quanto riguarda l’occupazione dei letti sono in crescita le terapie intensive: a livello nazionale il tasso è al 3,2% rispetto al 2,5% della scorsa settimana.

Sale anche il numero dei pazienti in Area non critica che si attestano al 13,3% rispetto al 12% della settimana precedente. In crescita anche l’indice Rt che si attesta a 1,14 rispetto all’1,04 della precedente rilevazione. È quanto emerge dal monitoraggio settimanale curato dall’Iss.

Incidenza stabile: L’incidenza è stabile (386 nel periodo 25/11/2022-01/12/2022 vs 388 nel periodo 18/11/2022-24/11/2022).

La fascia di età che registra il più alto tasso di incidenza settimanale per 100.000 abitanti è la fascia d’età 50-59 anni con un’incidenza pari a 496 casi per 100.000 abitanti, in leggero aumento rispetto alla settimana precedente. In diminuzione l’incidenza settimanale in tutte le fasce di età sotto i 50 anni e nella popolazione di età 60-69 anni. L’età mediana alla diagnosi è di 54 anni, stabile rispetto alle settimane precedenti (dati flusso ISS).

Nel periodo 9 novembre–22 novembre 2022, l’Rt medio calcolato sui casi sintomatici è stato pari a 1,14 (range 1,05-1,20), in aumento rispetto alla settimana precedente e superiore alla soglia epidemica. L’indice di trasmissibilità basato sui casi con ricovero ospedaliero diminuisce e si trova appena sopra la soglia epidemica: Rt=1,01 (0,98-1,04) al 22/11/2022 vs Rt=1,07 (1,04-1,10) al 15/11/2022.

In aumento il tasso di occupazione dei posti letto in terapia intensiva a livello nazionale: È in aumento il tasso di occupazione calcolato dal Ministero della Salute ai sensi del DL 105/2021 relativo ad una data di poco successiva (01 dicembre 2022) che era pari a 3,2% vs 2,5% al 24 novembre 2022.

In aumento il tasso di occupazione in aree mediche COVID-19 a livello nazionale: è al 13,3% vs 12,0% al 24 novembre 2022.

Tre Regioni (Emilia Romagna, Liguria e Marche) sono classificate a rischio alto tutte per molteplici allerte di resilienza ai sensi del DM del 30 aprile 2020; undici sono a rischio moderato e sette classificate a rischio basso. Dodici Regioni/PPAA riportano almeno una allerta di resilienza. Quattro Regioni/PPAA riportano molteplici allerte di resilienza.

2 dicembre 2022
© QS Edizioni - Riproduzione riservata