toggle menu
QS Edizioni - lunedì 11 novembre 2019

Studi e Analisi

Eurostat. In Spagna e Italia le mamme “più anziane”: quasi il 9% ha il primo figlio a 40 o più anni

immagine 2 agosto - In ambedue i Paesi si registrano le percentuali più elevate di primi nati da madri in età pari o superiore ai 40 anni. L’età media delle mamme europee è comunque nel 92% dei casi tra i 20 e i 39 anni. Prima dei 20 anni si diventa mamma in percentuali significative (sopra il 10%) solo in Bulgaria e Romania. In Italia solo l’1,1% delle neo mamme ha meno di 20 anni.
La maggior parte (92%) dei primi eventi nascita in Europa riguarda donne di età compresa tra i 20 e i 39 anni. Prima dei 20 anni partorisce il 4% delle donne e un altro 4% ha il primo figlio a 40 anni o più. Lo rileva Eurostat nella sua analisi pubblicata ieri sui dati 2017.
 
Le quote più alte di nascite di primi figli da madri di età inferiore ai 20 anni sono state registrate in Bulgaria (12,5% delle nascite totali) e in Romania (12,1%), seguite da Ungheria (8,5%) e Slovacchia (8,1%).
 
Le quote più basse con percentuali inferiori al 2% di mamme under 20 si rilevano invece in Danimarca (1,0%), Italia e Slovenia (entrambi 1,1%), Paesi Bassi (1,2%), Lussemburgo e Svezia (entrambi 1,4%).
 
La Spagna e l'Italia hanno le percentuali più alte di prime nascite da madri di età pari o superiore a 40 anni.
Per quanto riguarda le madri più anziane, le percentuali più elevate di nascite di primi figli nati da donne di età pari o superiore a 40 anni sono state registrate in Spagna (8,8% delle nascite totali dei primi figli nel 2017) e in Italia (8,6%), seguite dalla Grecia (6,6%), Lussemburgo e Irlanda (entrambi 5,9%).
 
All'altra estremità della scala, meno del 2% delle nascite per la prima volta di donne di età pari o superiore a 40 anni sono state registrate in Lituania (1,3%), Polonia (1,4%), Slovacchia (1,5%) e Lettonia (1,8%).
 
2 agosto 2019
© QS Edizioni - Riproduzione riservata