toggle menu
QS Edizioni - sabato 30 maggio 2020

Lavoro e Professioni - Toscana

È morto il nostro editorialista e commentatore Luca Benci. Lo ricordiamo nello speciale “Ciao Luca”, con tutti i suoi articoli su QS

immagine 28 febbraio - Questa notte è venuto a mancare Luca Benci, giurista esperto di diritto sanitario, membro del Consiglio superiore di sanità e da anni nostro puntuale e acuto commentatore del diritto sanitario. La redazione tutta si unisce alla famiglia nel dolore per la scomparsa di un collega e un amico insostituibile. Vai allo speciale e leggi le testimonianze di Daniele RodriquezIvan CavicchiMaurizio Mori e Mario RiccioAntonio PantiMarcello Bozzi, Maria Gabriella De TogniMaria Grazia De Marinis, Andrea Bottega.
Questa notte è morto a Firenze, Luca Benci, nostro collaboratore da anni. Era nato a Firenze nel 1961 e lì si era laureato in giurisprudenza seguendo poi una passione di ricerca per tutto ciò che concerneva le leggi, la giurisprudenza e il diritto nella sanità.
 
La sua caratteristica professionale forse più importante era la capacità di rendere semplici e chiare, anche per un pubblico non specializzato, le cose più complesse, riuscendo sempre a trasformare in percorsi e ragionamenti lineari ed evidenti anche i passaggi più labirintici delle nostre leggi e della nostra giursprudenza.
 
Tra le sue ultime pubblicazioni ricordiamo quella coordinata e scritta insieme a molti altri autori di prestigio, proprio per le edizioni Quotidiano Sanità: Sicurezza delle cure e responsabilità professionale, edito nel 2017 e diventato presto un riferimento primario per il mondo sanitario interessato a conoscere e comprendere nel dettaglio le novità introdotte dalla legge “Gelli” sulla responsabilità professionale.
 
Direttore dal 1998 al 2004 della Rivista di diritto delle professioni sanitarie (Lauri edizioni), Benci aveva scritto molti libri sul diritto sanitario e sulle professioni sanitarie tra cui: Tutela la salute, Imprimatur editore, 2017; La Riforma Brunetta: implicazioni giuridiche e operative nella sanità pubblica, Mc Graw Hill, 2010; Elementi di legislazione sanitaria e di biodiritto, Mc Graw Hill, 2009; La prescrizione e la somministrazione di farmaci: responsabilità giuridica e deontologica, II edizione, Masterbooks, 2014 (edizione cartacea) e Luca Benci edizione digitale; Aspetti giuridici della professione infermieristica, VIII edizione, Mc Graw Hill, 2019; Manuale giuridico professionale per l’esercizio del nursing, Mc Graw Hill, 2001; 118 un sistema integrato per l’emergenze sanitarie (coautore insieme a Cunial e Cipolotti), Mc Graw Hill 1999; Il medico e l’infermiere a giudizio, (a cura di) Atti del convegno nazionale sulle responsabilità condivise, Siena, 1997, Lauri edizioni; Le professioni sanitarie non mediche: aspetti giuridici, deontologici e medico legali, Mc Graw Hill, 2002.
 
Autore di numerosi articoli sul diritto sanitario, sulla responsabilità professionale sanitaria, sul biodiritto e sulla bioetica, nel 2016 aveva pubblicato la monografia “In otto punti le ragioni del NO al referendum costituzionale”, 2016, PerUnaltracittà edizioni.
 
Svolgeva attività di consulenza e docenza presso Aziende USL e ospedaliere, società di formazione, Università degli studi, Associazioni, Collegi e Ordini professionali in materia di diritto sanitario, responsabilità professionale e biodiritto.
 
Con il decreto del Ministero della salute del 5 febbraio 2019, Luca Benci era stato nominato Componente non di diritto del Consiglio superiore di sanità per il triennio 2019-2022.
 
Io e tutta la redazione ci uniamo alla famiglia e agli amici nel dolore per la scomparsa di un collega e un amico insostituibile (a questo link lo speciale con tutti i suoi articoli su QS e qui le testimonianze di Daniele Rodriquez, Ivan Cavicchi, Maurizio Mori e Mario Riccio, Antonio Panti, Marcello Bozzi ).
 
Cesare Fassari
28 febbraio 2020
© QS Edizioni - Riproduzione riservata