toggle menu
QS Edizioni - giovedì 21 ottobre 2021

Regioni e Asl - Umbria

Covid. Umbria: “Crescono i contagi tra i giovani. Rispettate il distanziamento”

immagine 20 luglio - Attualmente in Umbria risultano 764 positivi, 76 i casi più rispetto al giorno precedente. La Regione non fornisce i numeri, ma conferma l’andamento in crescita dei casi nelle fasce d’età tra i 14 e 24 anni. Da qui l’appello “affinché tutti osservino comportamenti rispettosi delle regole, e per una maggiore adesione alla campagna vaccinale”.
L’andamento epidemiologico del Covid-19 in Umbria, “che registra un aumento di positivi – pur restando molto bassa l’ospedalizzazione" -  è stato oggetto dell’odierna riunione del Centro operativo regionale (Cor), presieduto dal direttore regionale, Stefano Nodessi Proietti, presenti – tra gli altri – il direttore regionale alla sanità, Massimo Braganti, e il Commissario straordinario all’emergenza COVID-19, Massimo D’Angelo.

Attualmente in Umbria risultano 764 positivi
, 76 i casi più rispetto al giorno precedente. Ma a preoccupare è la crescita dei casi tra i giovani. Il Cor non fornisce i numeri, ma conferma l'attenzione è rivolta alle fasce d’età tra i 14 e 24 anni. “Un dato che evidenzia la scarsa propensione dei giovani al rispetto delle regole del distanziamento”, evidenzia in una nota il Centro operativo regionale.

Da qui la decisione di lanciare appello “affinché tutti osservino comportamenti rispettosi delle regole, e per una maggiore adesione alla campagna vaccinale”. Anche perché dai dati “emerge altresì chiaramente che nei soggetti che contraggono il virus e sono vaccinati con ciclo completo, il rischio di ospedalizzazione si riduce in maniera drastica rispetto ai soggetti contagiati e non vaccinati”.
20 luglio 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata