toggle menu
QS Edizioni - lunedì 21 ottobre 2019

Regioni e Asl - Valle d'Aosta

Valle d'Aosta. Dalla Giunta il via alla formazione per l’emergenza sanitaria territoriale

immagine 8 novembre - Il corso di formazione sarà prevalentemente pratico, con una durata di almeno 4 mesi. Dovranno parteciparvi anche i medici già incaricati nel servizio di Emergenza sanitaria territoriale non in possesso dell’attestato, ai quali verrà però riconosciuta l’attività pratica. Certan: “In una realtà come la nostra, l’emergenza sanitaria territoriale ha un ruolo primario e importante di prevenzione”.
La Giunta regionale della Valle D’Aosta, su proposta dell’Assessora alla Sanità, Salute, Politiche sociali e Formazione, Chantal Certan, ha approvato le disposizioni, che saranno ora trasmesse all’Azienda USL della Valle d’Aosta, per l’organizzazione del corso di formazione per il conseguimento dell’idoneità all’esercizio dell’attività di emergenza sanitaria territoriale, come previsto dall’art. 96 dell’Accordo Collettivo Nazionale per la disciplina dei rapporti con i medici di medicina generale, del marzo 2005. A darne notizia una nota della Regione.

“In una realtà come la nostra, l’emergenza sanitaria territoriale ha un ruolo primario e importante di prevenzione – dichiara l’Assessora Chantal Certan - e questo corso contribuisce al percorso attivato ed è di sostegno al miglioramento dell’attività dell’emergenza–urgenza regionale . Inoltre la formazione per i professionisti sanitari riveste per noi un valore sostanziale, oltre che un obbligo di legge. Un buon sistema sanitario passa soprattutto attraverso la continua attività formativa di coloro che si prendono carico dei bisogni sanitari della comunità valdostana e dei turisti che scelgono la Valle d’Aosta”.

Il corso di formazione, spiega la nota regionale, si terrà prevalentemente in forma di esercitazione e tirocinio pratico, con una durata di almeno 4 mesi,  per un orario complessivo non inferiore a 300 ore annue. Al corso, sarà obbligatoria la partecipazione dei medici già incaricati nel servizio di Emergenza sanitaria territoriale non in possesso dell’attestato ai quali verrà però riconosciuta l’attività pratica in quanto già operanti nelle strutture del soccorso sanitario 118. Tutti gli altri partecipanti al corso saranno invece individuati attraverso specifico avviso curato dall’Azienda USL della Valle d’Aosta.

Ogni anno, entro il mese di giugno, l’Azienda USL della Valle d’Aosta avrà l’obbligo di quantificare il proprio fabbisogno di personale medico da utilizzare nell’anno successivo per le esigenze complessive - quali incarichi, sostituzione e reperibilità -  relative all’emergenza sanitaria territoriale. Entro il 31 dicembre, l’Azienda sarà quindi incaricata di organizzare e svolgere i corsi di formazione necessari per il rilascio dell’attestato di idoneità all’esercizio dell’attività di emergenza sanitaria territoriale.
8 novembre 2018
© QS Edizioni - Riproduzione riservata