toggle menu
QS Edizioni - mercoledì 28 luglio 2021

Regioni e Asl - Valle d'Aosta

Covid. Valle d’Aosta. Accordo per i test in farmacia

immagine 1 marzo - L’accordo prevede l’effettuazione di tamponi antigenici rapidi per la rilevazione di antigene Sars-Cov-2 e di test sierologici con pungidito mirati a rilevare la presenza di anticorpi IgG e IgM.  Il costo (35 euro) è a carico di chi lo richiede. Barmasse: “La distribuzione capillare sul territorio regionale delle farmacie e la professionalità dei farmacisti che vi esercitano ci consentono di inserire queste strutture quale strumento sussidiario nella rete di contenimento e prevenzione dell’emergenza epidemiologica da Covid 19”.
Nella seduta di Giunta di oggi, 1° marzo, il Governo regionale della Valle D’Aosta ha approvato lo schema di accordo per l’effettuazione di tamponi antigenici rapidi per la rilevazione di antigene Sars-Cov-2 e di test sierologici con pungidito mirati a rilevare la presenza di anticorpi IgG e IgM tra la Regione, l’Azienza Usl della Valle d’Aosta, Federfarma Valle d’Aosta Assofarm Valle d’Aosta.

L’accordo, spiega una nota della Regione, prevede l’effettuazione dei test in tutte le farmacie pubbliche e private convenzionate della regione; possono accedere alla prestazione soggetti che sono asintomatici (privi, quindi, di febbre e di sintomatologia respiratoria) e che non sono contatti di caso sospetto. I dati di positività e negatività dei test saranno comunicati dai farmacisti al Dipartimento Prevenzione dell’Azienda USL della Valle d’Aosta ed alla Struttura regionale di Protezione Civile al fine di adottare le eventuali relative misure di isolamento.

Il costo di ognuno dei due test, a carico dei richiedenti, è pari a 35 euro.
“La distribuzione capillare sul territorio regionale delle farmacie e la professionalità dei farmacisti che vi esercitano - afferma l’Assessore alla Salute Roberto Barmasse - ci consentono di inserire queste strutture quale strumento sussidiario nella rete di contenimento e prevenzione dell’ emergenza epidemiologica da Covid 19”.

Lo schema di accordo non prevede oneri a carico dell’Amministrazione regionale.
1 marzo 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata