toggle menu
QS Edizioni - sabato 16 ottobre 2021

Regioni e Asl - Valle d'Aosta

Valle D’Aosta. Quattro sanitari sospesi ci ripensano e si vaccinano

immagine 22 settembre - La Ausl fa sapere che dei primi 6 sospesi, 4 hanno provveduto a vaccinarsi e conseguentemente è stata revocata la sospensione. Intanto procedono gli accesamente e la progressiva sospensione dei lavoratori non in regola con l’obbligo vaccinale. Attivate anche le azioni per la sostituzione del personale sospeso.
E’ in corso, in Valle d’Aosta, la progressiva sospensione dei lavoratori non in regola con l’obbligo vaccinale. Lo comunica l’Ausl spiegando che “parallelamente, si stanno attivando tutte le azioni per reperire nuovi operatori corrispondenti a quelli sospesi, in modo che da tali assenze, per quanto possibile, non generino disservizi o l’aumento dei carichi di lavoro sugli altri lavoratori correttamente vaccinati”. Nel frattempo però, evidenzia la Ausl,  “dei primi 6 sospesi, 4 hanno provveduto a vaccinarsi e conseguentemente è stata revocata la sospensione”.

Tra i non vaccinati, le categorie più rappresentate, spiega la Ausl, sono “i tecnici di radiologia, per la sostituzione dei quali è stato reclutato un numero di operatori corrispondente a quelli in fase di sospensione, così come gli operatori sociosanitari (OSS), per i quali nuovi arrivi compenseranno totalmente coloro che vengono sospesi”.

Analoghe iniziative, in fase di attivazione ma non ancora completate, sono in corso per reclutare un numero sufficiente di infermieri.
22 settembre 2021
© QS Edizioni - Riproduzione riservata