Quotidiano on line
di informazione sanitaria
16 GIUGNO 2024
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Icardi: “Consuntivi 2018 chiusi con 161 milioni di euro di perdita. Serve più efficienza”

Per coprire i disavanzi “è stato necessario utilizzare anche i residui della gestione sanitaria accentrata degli anni precedenti”. L’assessore alla sanità ha espresso la sua preoccupazione per il futuro in IV Commissione al Consiglio regionale.

29 LUG - “Consuntivi 2018 chiusi con l’utilizzo dei residui di gestione, per l’anno prossimo serve maggiore efficienza”.

Rispondendo ai quesiti dei Gruppi in IV Commissione del Consiglio regionale del Piemonte, stamattina l’assessore regionale alla Sanità, Luigi Icardi, ha ribadito la sua preoccupazione sull’andamento dei conti economici delle Aziende sanitarie locali, che chiudono i bilanci consuntivi 2018 con 161 milioni di euro di perdita. Un disavanzo per la copertura del quale, ha osservato Icardi “è stato necessario utilizzare anche i residui della gestione sanitaria accentrata degli anni precedenti”.
 
“Ora l’attenzione si sposta sulla proiezione dei bilanci preventivi del 2019 – rileva l’assessore Icardi – che segnano una perdita di 454 milioni di euro. Chiediamo su questo fronte il massimo impegno dei manager delle Asl a rendere efficiente il sistema, in modo da garantirne la sostenibilità, tenendo conto che non potremmo più far ricorso ad altre risorse residue”.
 
Le risposte dell’assessore sono state giudicate dal presidente della IV Commissione, Alessandro Stecco, “estremamente chiare ed esaustive”: “E’ stato senza dubbio un ottimo avvio di attività – commenta Stecco –  ringrazio l’assessore per la disponibilità e confermo l’intenzione di calendarizzare talune specifiche riunioni della Commissione direttamente sul territorio, sul modello di quanto già avviene per la Giunta regionale”.
 
E ancora, Icardi ha risposto al capogruppo Pd in Consiglio regionale, Domenico Ravetti, sottolineando che: “Sui conti della Sanità regionale del Piemonte, ormai i dati sono chiari. Le perdite dei previsionali 2019 del 3 giugno 2019 sembrano essere reali. Una volta distribuite tutte le risorse di competenza del 2019 si rischia un disavanzo 2019 di più di 200 milioni. Per coprire queste perdite, non saranno sufficienti tutte le risorse disponibili, comprese quelle una tantum dei residui, fermo restando che queste ultime dall’anno prossimo non ci saranno più, per cui la situazione è molto grave”

29 luglio 2019
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy