Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 19 MAGGIO 2022
Piemonte
segui quotidianosanita.it

Punto nascita Ospedale San Biagio Domodossola. Dal 1 settembre riattivo anche per i casi non urgenti

A causa della carenza di medici specialisti era stata attivata una procedura di gara per il servizio di assistenza medica ostetrico / ginecologica chem a dicembre 2020, era stato affidato alla Società Medical Line Consulting Srl di Roma. A causa della pandemia, tuttavia, il servizio non è mai stato attivato. In attesa di una nuova procedura di affidamento, la Società metterà a disposizione specialisti in modo che dal 1° settembre possa riprendere l’attività del Punto Nascita anche per i casi non urgenti.

28 LUG - Nell’attuale contesto normativo oltre che in considerazione del periodo di emergenza Covid, il punto nascite di Domodossola é stato oggetto di riorganizzazione, in ragione della necessità prevalente di garantire percorsi assistenziali sicuri e appropriati. Questo aveva portato all’interruzione dell’attività per i casi non urgenti, che dal 1 settembre potranno invece essere ripristinati grazie all’intervento di una Società esterna.

A causa della carenza di medici specialisti in Ostetricia Ginecologia, infatti, il Direttore della SOC Ostetricia Ginecologia dell’ASL VCO aveva richiesto l’attivazione di una procedura di gara per il servizio di assistenza medica ostetrico / ginecologica presso il Presidio Ospedaliero di Domodossola. Con atto deliberativo n. 925 del 17/12/2020 è stato affidato, mediante procedura negoziata, il servizio di assistenza medico / ginecologica presso il Presidio Ospedaliero di Domodossola per un periodo di sei mesi, con decorrenza dall’attivazione del servizio, alla Società Medical Line Consulting Srl di Roma. Detto appalto per la situazione pandemica della prima parte dell’anno non è stato attivato.

Ora la Asl Vco fa sapere che “la Società affidataria, interpellata per le vie brevi, ha comunicato che se nulla diversamente interviene, sarebbe nelle condizioni di mettere a disposizione gli specialisti garantendo l’attivazione dell’attività del Punto Nascita anche per i casi non urgenti dal 1 settembre 2021. Ciò consentirebbe la possibilità di attivare nel frattempo una procedura di affidamento del servizio che possa garantire la continuità per un periodo più lungo del servizio stesso".

Presso il presidio di Domodossola è stata ed è tuttora garantita, "pur con difficoltà logistiche ed organizzative rilevanti”, evidenzia la Asl, la presa in carico del parto in emergenza, adottando una serie di iniziative e protocolli organizzativi e clinici idonei a garantire il servizio.

E’ presente nelle ore diurne, tutti i giorni dalle 8.00 alle 20.00 una guardia medica ostetrico-ginecologica con supporto ostetrico; è attivabile, nelle ore notturne dalle 20 alle 8.00 un intervento medico ginecologico con supporto ostetrico presso i locali dedicati. Nelle ore diurne, preferibilmente, le signore in imminenza di parto vengono indirizzate alla sede ospedaliera di Verbania, dove sono state conservate disponibili stanze di degenza pre e post parto e la struttura di pediatria in assetto di normalità di servizio.

E’ stato predisposto un percorso di presa in carico della gravidanza per garantire i seguenti obiettivi: - assicurare un supporto alla donna in caso di dubbi, necessità o altro; - assicurare l'attivazione dei percorsi più appropriati; - accompagnare la donna nelle diverse fasi della gravidanza, in particolare le ultime; - ridurre i possibili accessi inappropriati alle strutture; - assicurare la massima e pronta risposta alle condizioni di emergenza.

Per i piccoli pazienti in età pediatrica presso il presidio di Domodossola da mercoledì 14 luglio 2021 è stato ripristinato, presso la sede MCU/DEA PS, l'area dedicata ai pazienti in età pediatrica che necessitano di un periodo di osservazione sulla base di criteri clinici definiti dal protocollo aziendale. L'assistenza infermieristica è assicurata dal personale MCU/DEA PS con il supporto, se necessario, di personale con competenza infermieristica pediatrica.

E’ attivo, in via sperimentale, da lunedì 19 luglio 2021 una “Centrale operativa Ostetrica " 24 ore su 24, sette giorni su sette, gestita da personale Ostetrica operante presso la SOC Ostetricia Ginecologia, con il supporto del medico Ginecologo. Il servizio dispone di un numero di telefono dedicato.

Contestualmente, in via sperimentale, specificatamente sull'area dell'Ossola viene implementato un servizio di " Recall Ostetrico ", settimanale a decorrere dalla 36 settimana di gestazione assicurato dal personale Ostetrico in servizio presso il presidio di Domodossola.

E’ è stato predisposto un programma di presa in carico attiva, da parte della equipe ostetrica, sia territoriale sia ospedaliera, che consenta di anticipare per quanto possibile i casi di emergenza e di gestire un accesso presso la sede ospedaliera più idonea per il caso, soprattutto quando si tratti di donne che non hanno seguito il percorso nascita aziendale.

28 luglio 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Piemonte

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
iPiùLetti [7 giorni] [30 giorni]
1  
2  
3  
4  
5  
6  
7  
8  
9  
10  
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy