Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 25 MAGGIO 2022
Provincia Autonoma di Bolzano
segui quotidianosanita.it

Covid. Alto Adige, la Provincia sosterrà i costi dei test rapidi per pendolari e studenti che vanno in Austria

I lavoratori pendolari, gli studenti e gli universitari per entrare in Austria necessitano di registrazione e un test negativo al Coronavirus. Il test e la registrazione hanno una validità di 7 giorni. “Intendiamo garantire alle persone di poter continuare a recarsi, per ragioni di lavoro, di formazione o di studio, dall’Alto Adige in Austria. Rientra nell’interesse della Provincia”, afferma l’assessore all’Istruzione e Cultura tedesca, Philipp Achammer.

09 FEB - I lavoratori pendolari, gli studenti e gli universitari per entrare in Austria necessitano di registrazione e un test negativo al Coronavirus. La Provincia Autonoma di Bolzano se ne assume i costi. Lo annuncia la Giunta provinciale in una nota.

Dal 10 febbraio 2021, infatti, le nuove disposizioni del Governo austriaco prevedono che, per entrare in Austria, i lavoratori pendolari, gli studenti e gli universitari debbano presentare un certificato medico che certifichi il test negativo al SARS-CoV-2 e devono registrarsi. Se non dispongono del test lo devono eseguire nell’arco delle 24 ore dall’ingresso nel Paese. Il test e la registrazione hanno una validità di 7 giorni. La registrazione deve essere rinnovata dopo i 7 giorni o nel frattempo qualora intervengano modifiche rilevanti dei dati.

La Provincia ha quindi deciso di assumersi i costi per il test antigenico rapido che i pendolari sono obbligati a presentare per l’ingresso in Austria. “Intendiamo in tal modo garantire che le persone che, per ragioni di lavoro, di formazione o di studio dall’Alto Adige, devono regolarmente recarsi in Austria lo possano continuare a fare. Rientra, infatti, nell’interesse della Provincia”, afferma l’assessore all’Istruzione e Cultura tedesca, Philipp Achammer.

Per poter usufruire dei test antigenici gratuiti i lavoratori pendolari devono produrre un’attestazione del datore di lavoro austriaco che certifichi la necessità della presenza sul luogo di lavoro e che non sia possibile la modalità lavorativa in smart working o homeoffice.  Gli studenti altoatesini devono certificare di essere iscritti in un ateneo in Austria o la frequenza di una scuola in territorio austriaco e di avere l’obbligo di presenza per iniziative ed esami.

È possibile effettuare il test anche in farmacia, prenotandosi presso uno degli esercizi indicati nella lista presente nell'apposita sezione sul portale dell’Azienda Sanitaria dell’Alto Adige. Il test può essere eseguito presentando un’autocertificazione.

09 febbraio 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS P.A. Bolzano

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy