Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 01 OTTOBRE 2022
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Icardi risponde in Consiglio regionale: “A settembre gli incarichi per i medici di base in zone carenti”. E sull’anti-influenzale: “Farmacie e mmg coinvolti”


L’assessore ha spiegato che per le zone carenti i medici fino al 21 maggio hanno avuto tempo per presentare domanda, la graduatoria provvisoria sarà pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione il 28 luglio. Quanto ai vaccini antinfluenzali Icardi ha confermato che potranno essere somministratori dalle farmacie, per i Mmg i 6,16 euro a vaccino, sono estesi a 9 euro in Piemonte, come per i farmacisti.

27 LUG - “L’assegnazione degli incarichi per le zone carenti di medici di medicina generale avverrà in settembre, quando la Sanità regionale provvederà alle convocazioni dei candidati”. Così l’assessore alla Sanità del Piemonte, Luigi Icardi, ha risposto ieri pomeriggio in Consiglio regionale a un’interrogazione sulle tempistiche di pubblicazione della graduatoria.

L’assessore ha spiegato che le zone carenti di assistenza primaria 2022 sono state pubblicate il 20 aprile scorso, e i medici in possesso dei requisiti hanno avuto tempo fino al 21 maggio per presentare domanda. I tempi del procedimento di assegnazione dallo scorso anno sono scesi da 180 a 120 giorni. La graduatoria provvisoria sarà pubblicata sul Bollettino ufficiale della Regione il 28 luglio.

I candidati, ha sottolineato, avranno 15 giorni di tempo dalla pubblicazione per presentare eventuali istanze di riesame.

In agosto, passati i 15 giorni, verrà pubblicata la graduatoria definitiva. Contestualmente verranno inviate le lettere con la data di convocazione, che dovrà essere comunicata con un preavviso di 15 giorni.

Rispondendo quindi in Consiglio regionale a un’altra interrogazione sull’organizzazione del servizio vaccinale antinfluenzale per il prossimo autunno, Icardi ha confermato che le farmacie potranno proseguire con le somministrazioni ai soggetti maggiorenni, previa presentazione di documenti che comprovino la pregressa somministrazione di un’analoga tipologia di vaccini.

“La Conferenza delle Regioni - ha spiegato - sta valutando un documento per consentire ai farmacisti anche la somministrazione dei vaccini ai soggetti che hanno diritto a vaccinarsi a carico del Servizio sanitario regionale”.

Quanto ai medici di medicina generale, Icardi ha precisato che i 6,16 euro spettanti al medico per ogni vaccino, stabiliti dall’accordo collettivo nazionale, in Piemonte sono stati estesi dalla Regione a 9 euro, come per i farmacisti.

27 luglio 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy