Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 07 DICEMBRE 2022
Regioni e Asl
segui quotidianosanita.it

Sanità del Sud. Federsanità: “Fondamentale integrazione socio sanitaria”


Frittelli al Forum Mediterraneo: “Le Aziende sanitarie sono pronte a cogliere il vero spirito sotteso alle Missioni del Pnrr, la 5 e la 6, a rompere gli ultimi diaframmi e a camminare insieme con gli enti locali per garantire, tutelare e migliorare, innovando, pienamente i servizi e i diritti di salute e assistenza alle nostre comunità”

29 SET -

"Ringrazio di cuore da parte dei Comuni tutti coloro che operano in sanità e che negli ultimi due anni hanno lavorato per fare fronte all'emergenza pandemica". Con queste parole di Enzo Bianco (presidente del Consiglio Nazionale Anci) si è aperta la sessione organizzata da Federsanità al Forum del Mediterraneo in sanità in corso a Bari e dedicata alla presentazione dell'Osservatorio Federsanità-Agenas per la raccolta delle buone pratiche di integrazione sociosanitaria.

"Far nascere un Osservatorio che ci consenta di focalizzare e divulgare le pratiche migliori è un'idea semplice ma geniale e strategica. Federsanita in sinergia con le Anci regionali - ha detto Enzo Bianco- è in questo momento strategica per la messa a terra del PNRR sui territori. Dobbiamo avere un'idea comune e condivisa per far evolvere la rete dell'assistenza.  Dobbiamo congiuntamente, anche con le strutture legate all'Europa,  avere una visione strategica e innovativa per valorizzare il sistema della rete della salute per dare risposte concrete ai bisogni dei cittadini"

L'Osservatorio, attivato da una Convenzione tra Agenas e Federsanità-Confederazione Federsanità Anci regionali, è un’azione sistematica di raccolta e diffusione di esperienze sull’integrazione, con l’esplicita finalità di supportare la costruzione di compiute politiche nazionali in campo sociosanitario. 

"Le Aziende sanitarie sono pronte a cogliere il vero spirito sotteso alle Missioni del Pnrr, la 5 e la 6, a rompere gli ultimi diaframmi e a camminare insieme con gli enti locali per garantire, tutelare e migliorare, innovando, pienamente i servizi e i diritti di salute e assistenza alle nostre comunità - ha sottolineato Tiziana Frittelli Presidente Nazionale di Federsanità e Dg Ao San Giovanni Addolorata -  È il momento di avere idee chiare e grande determinazione per realizzare un modello diverso di prossimità che responsabilizzi ogni singolo pezzo della filiera dell’assistenza.  Dopo due anni di pandemia possiamo tornare a occuparci del futuro del Servizio sanitario nazionale per renderlo un sistema innovativo non solo dal punto di vista tecnologico ma, soprattutto, dal punto di vista organizzativo, in grado di assicurare ai cittadini risposte adeguate rispetto ai bisogni di salute. Il management e la governance della sanità sono chiamati al dialogo costante con gli stakeholders sul territorio, così come la mission di Federsanità delinea, per garantire una presa in carico efficace, soprattutto per le cronicità, guardando agli outcome di salute, alla valorizzazione del sistema delle cure primarie, rendendo praticabile e sostenibile la scelta della casa come primo setting di cura e rilanciando il grande tema della prevenzione. Obiettivo è la messa a terra di una integrazione reale dei servizi assistenziali, sociali e sanitari centrati sulla promozione della salute partendo dal benessere delle comunità".

La valorizzazione della salute secondo l'approccio one health è stato sottolineato da Roberto Pella, vicepresidente vicario Anci e delegato alla Salute: "la sinergia tra Anci e Federsanità è importante per i percorsi di valorizzazione della salute come benessere delle comunità. Noi sindaci siamo richiamati su quello che è un ruolo centrale rispetto per i cittadini di cui sono il primo riferimento, soprattutto dopo la pandemia. L'applicazione del PNRR dovrà portare progettualità concrete sul territorio. In questo contesto il ruolo dei Comuni è straregico per la prevenzione e gli stili di vita. Per questo con Anci siamo impegnati per la formazione dei giovani per diventare health city manager. È una rivoluzione culturale che mette al centro la salute come principale bisogno delle nostre comunità".

"Gli esiti di salute sono strettamente correlate al contesto sociale ed economico - ha aggiunto Domenico Scibetta responsabile dellOsservatorio - 

L'Osservatorio non sarà una libreria, non vuole catalogare buone pratiche ma raccogliere esperienze innovative dal basso valorizzando elemento innovativi mettendoli a fattor comune costruendo una comunità di pratica. Abbiamo attivato gli strumenti, i referenti regionali, la piattaforma per censire le esperienze, il comitato tecnico scientifico". 

A moderare i lavori - che ha visto tra gli altri anche il contributo di Luigi Bertinato, responsabile della segreteria scientifica dell'istituto superiore di sanità, e Barbara Mangiacavalli, presidente di FNOPI - Giuseppe Pasqualone commissario Ospedali Riuniti di Foggia e Presidente di Federsanità Puglia: "Federsanità ANCI Puglia punterà soprattutto sulla formazione, grazie alla rete dell'Academy nazionale, attraverso iniziative studiate in maniera specifica per le realtà presenti sul territorio regionale. Al nostro progetto aderiscono tutte le aziende sanitarie e ospedaliere pugliesi. Un altro strumento fondamentale per la crescita dei nostri associati è l'Osservatorio per l'integrazione sociosanitaria promosso con Agenas e che ha come referente regionale il commissario della Asl Lecce, Stefano Rossi. Stiamo contribuendo a individuare gli esempi di buone pratiche in Puglia per arricchire da Sud la Banca dati dell'Osservatorio".

Ha concluso il dibattito, che ha visto confrontarsi molti Sindaci delle Regioni del Sud e Manager della Sanità, Rosa Barone Assessore al Welfare della Regione Puglia. 



29 settembre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Regioni e Asl

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy