Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 26 NOVEMBRE 2022
Sardegna
segui quotidianosanita.it

Distretto Ales-Terralba: in arrivo due medici di famiglia e soluzione per i bambini senza pediatra

La Asl di Oristano spiega che “sono numerosi gli interventi messi in campo dalla per dare una risposta alle questioni aperte nel distretto di Ales-Terralba”. Per i bambini di Terralba rimasti privi di assistenza sanitaria di base a seguito del trasferimento di una dei tre pediatri presenti, è stato stabilito l’aumento temporaneo dei massimali fino a 1000 assistiti per i due pediatri attualmente sul territorio o, in alternativa, scegliere un pediatra negli ambiti limitrofi. Procedono anche gli interventi alle infrastrutture sanitarie.

29 SET - Dai medici di famiglia ai pediatri, dalla specialistica ambulatoriale alle ristrutturazioni dei poliambulatori: “Sono numerosi gli interventi messi in campo dalla Direzione della Asl 5 di Oristano, guidata da Angelo Serusi, per dare una risposta alle questioni aperte nel distretto di Ales-Terralba”. È quanto si legge in una nota della Asl.

In primo luogo, il medico di famiglia di San Nicolò d’Arcidano che andrà in pensione il 1 ottobre sarà sostituito da un altro medico di medicina generale, vincitore di un incarico annuale, a partire dal 10 ottobre. L’assistenza ai pazienti del paese potrà così essere così garantita in sostanziale continuità.

Nel vicino comune di Uras, a partire da dicembre arriverà, con incarico definitivo, un nuovo medico di famiglia che potrà acquisire fino a 1800 pazienti e che si aggiungerà alla dottoressa già presente. I cittadini dei comuni di Arborea, Marrubiu, San Nicolò d'Arcidano, Terralba e Uras avranno dunque un ulteriore medico di famiglia a disposizione.

“Nell’ottica di garantire alle comunità l’assistenza sanitaria di base - spiega la nota - è stata avanzata all’assessorato regionale della Sanità e ad Ares la proposta di adeguare le remunerazioni dei medici di guardia medica diurna, che sopperiscono alla mancanza di un medico di famiglia, parificandole a quelle dei colleghi che lavorano nelle Usca. È stato inoltre stilato  l’elenco, ora al vaglio degli uffici regionali, delle sedi disagiate e disagiatissime, mirato a fornire incentivi economici ai medici che optino per i territori periferici.

Per ciò che riguarda i bambini di Terralba rimasti privi di assistenza sanitaria di base a seguito del trasferimento di una dei tre pediatri presenti nella cittadina, “è stato stabilito dal Comitato consultivo Asl 5 l’aumento temporaneo dei massimali fino a 1000 assistiti per i due pediatri attualmente presenti nell’ambito. Le famiglie dei piccoli in precedenza seguiti dal medico trasferitosi, residenti nei comuni di Arborea, Marrubiu, San Nicolò d’Arcidano, Terralba e Uras, potranno quindi optare per uno dei due pediatri”. Sarà possibile, in alternativa, “scegliere un pediatra presente negli ambiti limitrofi, come quello di Mogoro. In questo modo, tutti i bambini potranno avere la possibilità di vedere garantita l’assistenza sanitaria di base".

La Asl fa sapere che sarà anche rafforzata l’assistenza sanitaria specialistica nei Poliambulatori di Ales, Terralba e Mogoro, con l’ampliamento delle prestazioni per un totale di 98 ore in più alla settimana: ad Ales saranno potenziate oculistica, urologia, allergologia, angiologia, neurologia e neuropsichiatria infantile; a Terralba aumenteranno le prestazioni di cardiologia, dermatologia, endocrinologia, fisiatria e neurologia; a Mogoro verranno incrementate geriatria e cardiologia.

Sul versante delle infrastrutture sanitarie, procedono i lavori per la realizzazione della Casa della comunità di Terralba, che sorgerà in località Pauli Piscus e ospiterà la guardia medica, i medici di famiglia, il Centro unico di prenotazione, gli specialisti ambulatoriali, la radiologia e gli altri servizi sanitari del territorio. È stato realizzato il documento preliminare di progettazione ed aggiudicato il lavoro al progettista.

Al Poliambulatorio di Ales sono stati avviati i lavori per la ristrutturazione della Farmacia territoriale, con la rimodulazione degli spazi interni e la risistemazione della facciata, e sono stati consegnati un ecografo ginecologico 4 D di alta gamma, già in funzione negli ambulatori ginecologici, e un secondo ecocolordoppler multidisciplinare utilizzato dall’ambulatorio angiologico, urologico e internistico. Due nuovi ecografi multidisciplinari saranno a breve consegnati anche al Poliambulatorio di Terralba.

Interventi anche a Mogoro, dove il poliambulatorio è stato dotato di nuovi climatizzatori per rendere più confortevoli le visite e le attese dei pazienti e a San Nicolò d’Arcidano, dove verrà ristrutturato l’ingresso l’ambulatorio del medico di medicina generale.

29 settembre 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in QS Sardegna

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy