Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 19 MAGGIO 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Aifa: J&J raccomandato per gli over 60. La nota del ministero della Salute


20 APR - Anche il vaccino di Johnson & Johnson, come quello di AstraZeneca, sarà destinato in via «preferenziale» alle persone oltre i 60 anni. È questa l'indicazione che emerge dal ministero della Salute e dall'Aifa, la cui commissione tecnico scientifica si è riunita nel pomeriggio, dopo l'annuncio dell'Ema che di fatto sblocca l'utilizzo in Europa dell'unico vaccino monodose finora disponibile.
 
L'agenzia europea non ha fissato indicazioni o limitazioni di età, demandando la scelta ai singoli Stati proprio come successo per AstraZeneca. Ma sottolineando che tutti i gravi eventi avversi segnalati erano avvenute in persone con meno di 60 anni, e rilevando che un nesso con gli eventi trombotici (in un caso in esame anche fatali) è a questo punto molto probabile.
 
“Come ci aspettavamo, su Johnson & Johnson l'EMA e l'FDA hanno avuto approfonditi scambi di informazioni e hanno concluso che i rari casi di trombosi sono al limite della valutabilità se non della trascurabilità. Quindi il vaccino è per tutti e l'Italia lo colloca in fascia anziana dove sicuramente i benefici sono maggiori dei rischi”. Ha detto il direttore dell'AIFA Nicola Magrini, ospite di Lilli Gruber a Otto e mezzo su La7. “Le somministrazioni dei vaccini - aggiunge - sono in crescita, la nostra capacità vaccinale permette di arrivare a 500mila dosi al giorno, è una capacità che già abbiamo ma dipende dalle consegne dei vaccini, che è un fattore non proprio nelle nostre mani”.

 
E in serata arriva anche la nota ufficiale del Ministero della Salute a firma del Presidente Css, Franco Locatelli dello stesso DG di AIFA, Nicola Magrini e del DG della Prevenzione del Ministero, Gianni Rezza: 
 
“Preso atto del pronunciamento dell’EMA e del parere della CTS di AIFA, che ribadisce l’estrema rarità degli eventi di trombosi associata a trombocitopenia descritti a seguito della vaccinazione contro COVID-19 effettuata con il vaccino Janssen - Johnson & Johnson, e considerato che tale
vaccino si è dimostrato sicuramente efficace nel ridurre il rischio di malattia grave, ospedalizzazione e morte connesso al COVID-19, si raccomandano le stesse condizioni di utilizzo del vaccino Vaxzevria”.
 
“Pertanto, il vaccino Janssen, il cui uso è approvato a partire dai 18 anni di età, dovrà essere preferenzialmente somministrato a persone di età superiore ai 60 anni, ovvero a coloro che, avendo un rischio elevato di malattia grave e letale, necessitano di essere protette in via prioritaria”.

20 aprile 2021
© Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy