Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Giovedì 08 DICEMBRE 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

XXI Giornata mondiale contro il cancro infantile. Grazie ai progressi scientifici circa l’80% dei malati guarisce. Le iniziative in campo


In Italia, ogni anno, ricorda il ministero della Salute, si ammalano di tumore (linfomi e tumori solidi) o leucemia oltre 1400 bambini e 800 adolescenti. Fiagop, la comunità italiana delle associazioni di genitori di bambini e ragazzi oncoematologici con il patrocinio di Aieop darà vita a iniziative di sensibilizzazione

15 FEB - Ogni anno, in Italia si ammalano di tumore (linfomi e tumori solidi) o leucemia oltre 1400 bambini e oltre 800 adolescenti. Si stima che oggi ci siano più di 44mila persone che hanno avuto un tumore da bambini e la loro età media è attualmente attorno ai 30 anni.
 
Grazie ai progressi degli ultimi decenni circa l’80% dei malati guarisce e si sono raggiunti eccellenti livelli di cura e di guarigione per le leucemie e i linfomi, ma rimangono ancora basse le guarigioni per i tumori cerebrali, i neuroblastomi e gli osteosarcomi. Inoltre, molti dei farmaci attualmente usati per combattere i tumori pediatrici non sono autorizzati per l’uso pediatrico. Negli ultimi 10 anni in Europa, a fronte della sperimentazione di nuovi farmaci anticancro per gli adulti, sono ancora pochissimi quelli studiati per l’età pediatrica.
 
Questi i numeri pubblicati sul sito del ministero della Salute in occasione dell’International Childhood Cancer Day - Iccd, che i celebra oggi 15 febbraio. Una data scelta dall’Oms per informare e affrontare ogni anno le problematiche dei bambini e degli adolescenti con tumore e delle loro famiglie.
Il cancro infantile nel mondo. Il cancro nei bambini e negli adolescenti è una malattia curabile, ma continua a essere la principale causa di morte nei pazienti pediatrici, dopo le malattie infettive.
 
A livello mondiale ogni anno a più di 400mila bambini e adolescenti sotto i 20 anni viene diagnosticato un cancro. Circa l’80% dei malati pediatrici vive nei Paesi a basso reddito e l’80% di loro muore di cancro, perché non riceve una diagnosi corretta, né possibilità di cura. Più di 100mila malati ogni anno potrebbero guarire se anche a loro fossero garantite una tempestiva diagnosi e l’accesso alle cure, al pari dei loro coetanei dei paesi più sviluppati.
 
Nonostante gli straordinari progressi compiuti dalla ricerca clinica negli ultimi decenni, come evidenziato in una nota stampa congiunta Fiacop (che rappresenta sul piano nazionale la comunità italiana delle associazioni di genitori di bambini e ragazzi oncoematologici, malati e guariti) e Childhood Cancer International (Cci), il cancro infantile continua quindi a essere la principale causa di morte correlata ad una malattia non trasmissibile nei bambini dopo il primo anno di vita: ogni tre minuti, nel mondo, un bambino o un ragazzo muore.
 
L’obiettivo del Who Global Childhood Cancer Initiative è eliminare il dolore e la sofferenza dei bambini che combattono il cancro e raggiungere almeno il 60% di sopravvivenza per tutti i bambini con diagnosi di cancro in tutto il mondo entro il 2030.
Iniziative per la Giornata contro il cancro infantile. Ecco quindi che in occasione della giornata, in tutto il mondo, le associazioni dei familiari di bambini e adolescenti colpiti dal cancro, unite nel network globale Childhood Cancer International, daranno vita a iniziative scientifiche e di sensibilizzazione dell’opinione pubblica, di sostegno e vicinanza ai bambini, agli adolescenti e alle loro famiglie.
 
In occasione della Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile, la federazione Fiagop  darà vita a tre iniziative di sensibilizzazione, con il patrocinio di Aieop, Associazione Italiana Ematologia Oncologia Pediatrica.
 
Ecco una sintesi di quanto previsto per la Giornata:
Martedì 15 febbraio si terrà la quarta edizione di “Diamo radici alla speranza, piantiamo un melograno”. Le associazioni metteranno a dimora piante di melograno – Punica granatum - in molti paesi e città, un’attività green per seminare germogli di solidarietà per l’oncoematologia pediatrica. Ove possibile, nel rispetto delle attuali norme anti Covid, i volontari organizzeranno piccole cerimonie presso ospedali, giardini pubblici, scuole, alla presenza dei pazienti e delle loro famiglie, dei medici e del personale sanitario, in collaborazione con rappresentanti delle istituzioni, stakeholders a vario titolo vicini alla causa.
 
Dal 15 al 28 febbraio si terrà l’iniziativa “Ti voglio una sacca di bene”, iniziativa dedicata alla donazione di sangue e piastrine che le associazioni organizzano presso i principali centri trasfusionali degli ospedali di riferimento. Il bambino leucemico, come quello in terapia per un tumore, è a rischio di infezioni per abbassamento dei globuli bianchi, ma soprattutto di emorragie per abbassamento delle piastrine e gravi anemie. Il sangue è un dono prezioso e Fiagop invita a partecipare agli appuntamenti sul territorio e a donare con regolarità affinché le scorte necessarie siano sempre disponibili.
 
Presso i centri trasfusionali coinvolti saranno disponibili le cartoline “Ti voglio una sacca di bene” con cui scattare un selfie da condividere sui social preferiti utilizzando gli hashtag #unasaccadibene, #iodono #FIAGOP.

15 febbraio 2022
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy