Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 24 LUGLIO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Tbc Multiresistente ai farmaci. Elevati livelli di sicurezza ed efficacia con regime terapeutico più breve. La ricerca Oms/Europa


La ricerca condotta su 2.636 persone in 13 Paesi, una delle coorti più grandi di pazienti affetti da MDR-TB mai studiata, mostra un tasso di successo del trattamento dell’83% e solo una probabilità di recidiva dopo 12 mesi. I risultati pubblicati Lancet Infectious Diseases

20 GIU -

Un tasso di successo del trattamento per la tubercolosi multiresistente ai farmaci (MDR-TB) dell’83% e solo una probabilità di recidiva dopo 12 mesi.

Questi i risultati di una ricerca contro la tubercolosi (Tbc) condotta dall’Oms/Europa, dal 2020 al 2023, in 13 Paesi che hanno collaborato per esaminare i risultati conseguiti sulle persone in regimi di trattamento di 9 mesi per la tubercolosi multiresistente ai farmaci (MDR-TB). I risultati, pubblicati su Lancet Infectious Diseases, forniscono quindi prove importanti che dimostrano elevati livelli di sicurezza ed efficacia del regime terapeutico più breve.

La ricerca si è basata su 2.636 persone, una delle coorti più grandi di pazienti affetti da MDR-TB mai studiata. È stato finanziato dal Fondo globale per la lotta all’AIDS, alla tubercolosi e alla malaria, dall’Agenzia degli Stati Uniti per lo sviluppo internazionale e dal governo tedesco.

Per soddisfare gli elevati standard dello studio, spiega una nota, tutti i medici e gli operatori sanitari dei programmi nazionali contro la tubercolosi hanno dovuto essere formati in una serie di aree, come lo screening dei pazienti per gli effetti collaterali, la registrazione e la gestione degli eventi avversi e l’utilizzo dell’osservazione video per controllare e supportare le persone che assumono i loro farmaci.

Secondo la dottoressa Liga Kuksa del Centro per la tubercolosi e le malattie polmonari dell'ospedale universitario di Riga Est in Lettonia, l'esperienza nella conduzione della ricerca è stata significativa quasi quanto i risultati. "I risultati incoraggianti e anche l'esperienza di condurre la ricerca sono stati molto rassicuranti per i medici che curano la MDR-TB – ha spiegato – passare da un regime di trattamento lungo, che potrebbe durare fino a 3 anni con lunghi periodi di ricovero in ospedale, a regimi di trattamento brevi può sembrare rischioso per un medico. È comprensibile. Siamo addestrati a praticare la medicina basata sull’evidenza e, grazie a questa ricerca, i medici ora si sentono a proprio agio nell’usare questi regimi di trattamento più brevi perché abbiamo sia le prove che l’esperienza di vedere più persone guarire dalla MDR-TB”.

È stato dimostrato che gli ultimi regimi per il trattamento della tubercolosi raccomandati dall'Oms, evidenzia la nota “aumentano le possibilità di una persona di guarire completamente dalla tubercolosi: ora è più facile attenersi e completare il trattamento, e i nuovi regimi sono più efficaci. I ricoveri ospedalieri sono ridotti al minimo o, in molti casi, non sono affatto necessari. Poiché non ci sono sostanze iniettabili e molte meno pillole, le persone possono essere assistite in regime ambulatoriale. Ciò significa che possono continuare a stare con la famiglia e la comunità e potenzialmente continuare a lavorare”.



20 giugno 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy