Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Sabato 13 LUGLIO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Antibiotico-resistenza. Ecdc avvia indagine sull’Acinetobacter baumannii resistente ai carbapenemi in Europa


L’Ecdc stima che nel 2019 si siano verificate quasi 60.000 infezioni da CRAb negli ospedali dell’UE/SEE e oltre 2.700 decessi direttamente attribuibili alle infezioni da CRAb. Le infezioni da CRAb, solitamente associate all'assistenza sanitaria, si verificano comunemente in pazienti con gravi malattie di base, principalmente nelle unità di terapia intensiva, e sono spesso correlate a procedure invasive o dispositivi a permanenza.

05 LUG - L’ECDC lancia un’indagine genomica sull’Acinetobacter baumannii (CRAb), un batterio resistente ai carbapenemi, negli ospedali dei paesi dell’UE/SEE, dei paesi dei Balcani occidentali e della Turchia. Il protocollo messo a punto dall'autorità europea descrive le azioni che gli ospedali e i laboratori di microbiologia clinica devono intraprendere per condurre un’indagine che mira a mappare la presenza, la distribuzione geografica e le caratteristiche di resistenza degli isolati CRAb.

L’indagine - fa sapere l'ECDC - mira ad aiutare i paesi a migliorare le proprie capacità di rilevamento e controllo delle infezioni causate da CRAb. Ciò include il rafforzamento delle capacità nazionali per l’implementazione di tecniche genetiche avanzate per monitorare i CRAb e la comprensione dei fattori che portano alle infezioni da CRAb. Il protocollo di indagine sarà accompagnato da un manuale di laboratorio rivolto ai professionisti che lavorano nei laboratori clinici, compresi i laboratori di riferimento. Una volta completati, i risultati dell’indagine forniranno informazioni sulle attività di preparazione, prevenzione e controllo dei CRAb nazionali ed europei. L’indagine, condotta attraverso la rete europea di sorveglianza dei geni della resistenza antimicrobica (EURGen-Net) dell’ECDC, si svolgerà tra ottobre 2024 e giugno 2025.

CRAb è riconosciuto dall’Organizzazione Mondiale della Sanità come un patogeno resistente agli antimicrobici di priorità critica. Le infezioni da CRAb sono difficili da trattare perché questi agenti patogeni sono generalmente resistenti non solo ai carbapenemi ma anche a molti altri agenti antimicrobici e le rimanenti opzioni di trattamento sono limitate. L’ECDC stima che nel 2019 si siano verificate quasi 60.000 infezioni da CRAb negli ospedali dell’UE/SEE e oltre 2.700 decessi direttamente attribuibili alle infezioni da CRAb. Le infezioni da CRAb, solitamente associate all'assistenza sanitaria, si verificano comunemente in pazienti con gravi malattie di base, principalmente nelle unità di terapia intensiva, e sono spesso correlate a procedure invasive o dispositivi a permanenza. Tuttavia, tali infezioni vengono sempre più segnalate in pazienti ricoverati nei reparti medici e chirurgici convenzionali. Il CRAb, e in generale l'Acinetobacter baumannii, è difficile da eradicare una volta diventato endemico in un reparto o in un ospedale.


05 luglio 2024
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy