Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 26 OTTOBRE 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Celiachia. Colpisce 4 volte di più i bambini con sindrome dell'intestino irritabile


Lo rileva uno studio condotto da alcuni studiosi della Sezione Pediatrica del Dipartimento Interdisciplinare di Medicina dell’Università di Bari e pubblicato su Jama Pediatrics. Su tutti i 782 bambini, 15 sono risultati positivi per la malattia celiaca, ben 12 avevano l'Ibs.

30 APR - Uno studio prospettico di coorte a 6 anni condotto da alcuni studiosi della Sezione Pediatrica del Dipartimento Interdisciplinare di Medicina dell’Università di Bari, pubblicato su Jama Pediatrics e rilanciato oggi dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) ha rivelato che tra i bambini con sindrome dell’intestino irritabile (Ibs) si registra una prevalenza di celiachia maggiore che negli altri bambini con disturbi addominali.

“Il dolore addominale ricorrente è un problema di salute diffuso nell'infanzia”, ricorda l’Aifa presentando i risultati dello studio. Colpisce tra il 10 e il 15% dei bambini in età scolare e ha un impatto significativo nella pratica clinica, rappresentando oltre il 50% delle consultazioni di gastroenterologia pediatrica e tra il 2 e il 4% di tutte le visite pediatriche. Studi su adulti hanno dimostrato un aumento di prevalenza della celiachia tra i pazienti con sindrome dell'intestino irritabile (Ibs). E ora lo studio di Bari ha voluto analizzare la prevalenza della celiachia nei bambini con disturbi gastrointestinali funzionali correlati al dolore addominale.

Lo studio di coorte prospettico a sei anni (2006-2012) è stato condotto a Bari in un centro di riferimento terziario per la diagnosi e il follow- up dei disturbi gastrointestinali. 992 bambini (42,8% maschi, età media 6,8 anni) sono stati valutati e classificati in base alla tipologia di disturbo: Ibs, dispepsia funzionale, dolore addominale funzionale o emicrania addominale: 270 con Ibs, 201 con dispepsia funzionale e 311 con dolore addominale funzionale, mentre 210 bambini sono stati esclusi dallo studio perché avevano un disturbo organico o qualche altro disturbo gastrointestinale funzionale (non legati a dolore addominale). Su tutti i 782 bambini inclusi nello studio è stato effettuato un test sierologico e 15 pazienti sono risultati positivi per la malattia celiaca: 12 su 270 pazienti affetti da Ibs [4,4 %], 2 su 201 con dispepsia funzionale [1 %] e 1 su 311 pazienti con dolore addominale funzionale [0,3%].


I bambini con Ibs hanno registrato dunque un rischio 4 volte più alto di celiachia rispetto ai bambini senza Ibs.

30 aprile 2014
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy