Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 11 DICEMBRE 2019
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Ema. Warning su farmaco veterinario Osurnia

L’agenzia europea del farmaco a seguito della segnalazione di alcuni effetti collaterali- lancia un allarme su Osurnia, gel indicato per il trattamento delle infezioni dell’orecchio dei cani. Gli effetti collaterali si sono verificati a carico degli occhi sia degli uomini, sia dei cani. L’Ema raccomanda prudenza nell’applicazione del prodotto.

23 APR - L’Ema lancia l’allarme per il farmaco veterinario Osurnia, dopo alcuni casi di lesioni oculari a carico dei pet o dei loro proprietari. Osurnia è un gel a uso topico per il trattamento delle infezioni a carico delle orecchie dei cani. Gli umani possono venire accidentalmente a contatto con la sostanza quando il cane scuote la testa durante o subito dopo l’applicazione del farmaco.
 
Tra i proprietari si sono verificati due casi di ulcera corneale (danno dello strato trasparente nella parte anteriore dell’occhio) e sono stati riportati casi di irritazione, congiuntiviti, rossore, bruciore e prurito. Per quanto riguarda i cani, sono stati registrati casi di ulcera corneale, strabismo, visione alterata, congiuntivite, rossore e gonfiore intorno agli occhi. È dunque opportuno prevenire il contatto del gel Osurnia sia con l’occhio umano, sia con quello del cane.
 
I veterinari saranno informati per iscritto di questa criticità e saranno invitati a segnalare ogni sospetto effetto collaterale alle rispettive autorità nazionali e al produttore di Osurnia. Ema continuerà a monitorare la sicurezza del farmaco e prenderà ogni decisione regolatoria riterrà opportuna.

 
Informazioni sul farmaco. Osurnia è un farmaco veterinario, indicato per il trattamento delle infezioni oculari dei cani. Contiene le sostanze attive terbinafina, florfenicolo e betametasone acetato. È disponibile in forma di gel da applicare all’interno dell’orecchio. Il trattamento viene ripetuto dopo una settimana.
 
Informazioni per i proprietari di cani. Osurnia è un gel indicato per il trattamento delle infezioni dell’orecchio dei cani. Può causare danni sia all’occhio umano, sia a quello del cane. Quando si applica questo gel, bisogna prestare attenzione a non entrare in contatto con gli occhi di altre persone che si trovino nelle vicinanze. È importante mantenere ferma la testa del cane durante l’applicazione e fare attenzione affinché il cane non scuota la testa e spruzzi fuori il farmaco. Infine, non bisogna fare in modo che di non venire a contatto con gli occhi degli animali che sono in trattamento.
 
Informazioni per i veterinari.  Prima di applicare Osurnia al paziente, è consigliabile esaminare l’orecchio esterno per assicurarsi che il timpano non dia perforato. È opportuno avvisare i proprietari degli animali di fare attenzione quando applicano il gel. Durante l’applicazione, il cane dovrebbe essere mantenuto fermo e devono essere usate tutte le precauzioni al fine di evitare un contatto accidentale con gli occhi. Se questo avviene, è opportuno lavare l’occhio con acqua per 10-15 minuti. I veterinari devono raccomandare ai proprietari di monitorare i loro pet e di segnalare eventuali effetti collaterali. I veterinari, a loro volta, li riporteranno alle autorità nazionali e al produttore di Osurnia.
 

23 aprile 2018
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy