Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Venerdì 29 MAGGIO 2020
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Tuzi (M5S): “No a richiamo medici in pensione. Over 70 sono più a rischio. Si coinvolgano i giovani”


Il deputato: “È inaccettabile la richiamata dei medici in pensione, abbiamo bisogno di dare un segnale soprattutto in questo momento sull’importanza del lavoro e delle responsabilità per i giovani medici. Allo stesso tempo non possiamo mettere a rischio la vita degli over 70 richiamandoli in ospedale”.

04 MAR - Per fronteggiare l’emergenza Coronavirus, le regioni del Nord stanno richiamando i medici in pensione. Ma il deputato del Movimento 5 Stelle Manuel Tuzi, anch’egli medico ed impegnato su proposte di legge per la formazione dei giovani medici, critica l’iniziativa: “Lo Stato italiano deve coinvolgere le migliaia di giovani medici che hanno maturato esperienza sufficiente per gestire la situazione.  È inaccettabile la richiamata dei medici in pensione, abbiamo bisogno di dare un segnale soprattutto in questo momento sull’importanza del lavoro e delle responsabilità per i giovani medici. Allo stesso tempo non possiamo mettere a rischio la vita degli over 70 richiamandoli in ospedale”.
 
Tuzi ricorda: “La percentuale di mortalità sugli anziani attualmente è elevata, dunque anziché arginare l’emergenza rischiamo di creare nuovi casi di decesso. Va corretta la norma presente nel decreto, mi auguro da medico prima che da deputato che con l’aiuto del Ministro Speranza e del viceministro Sileri che ha già detto che è necessario reclutare nuove leve, si possa correggere questa norma”.

 
“Nella Proposta di legge che abbiamo depositato a dicembre, sulla quale ho lavorato a lungo coinvolgendo le parti interessate, abbiamo già predisposto correttivi per favorire l’ingresso di giovani medici. Spero che questo episodio possa contribuire a farla discutere al più presto, affinché non si lavori sempre sulle emergenze ma si riesca a prevenire il ripetersi di uno scenario simile in futuro. Oltre a questa, in alternativa, è già presente una normativa vigente fatta dall’ex Ministro Giulia Grillo per far partecipare gli specializzandi dell'ultimo anno ai concorsi pubblici. Piuttosto che i medici over 70 si coinvolgano i medici inseriti nelle graduatorie riservate degli specializzandi” propone Tuzi.

04 marzo 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy