Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 07 DICEMBRE 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus e adolescenti. In un video i “cinque motivi per stare in casa” proposti dai medici


"1. Non voglio contagiare gli amici e chi mi sta intorno. 2. Non voglio tornare nella mia città di origine, Palermo, per non rischiare contagiare la mia famiglia. 3. Con gli amici basta mandarsi messaggi e telefonarsi. 4. Credo in una Italia solidale. 5. Ho scoperto la lettura, la scrittura e soprattutto la pittura. Mi sto divertendo tantissimo!”. Queste le motivazioni elencate dalla testimonial Chiara Chiavetta, attrice palermitana trapiantata a Bologna. Che lancia un appello ai giovani e anche una “sfida”: “Raccontateci i  5 moviti per cui avete scelto la quarantena volontaria”.

12 MAR - Le nuove misure del governo contro l’emergenza Covid-19, sono chiare e forti: è indispensabile un intervento veloce e incisivo su scala nazionale di “contenimento rafforzato” della diffusione dei contagi, trasformando l’Italia intera in “zona protetta”. Per far questo è necessario che il popolo faccia un appello collettivo al proprio senso di responsabilità, impegnandosi nello sforzo di rinunciare alle proprie abitudini e “restare a casa”, per appiattire e poi diminuire la curva epidemica nelle Regioni del Nord, ed evitarne l’allargamento al resto del Paese. Poiché i giovani e i giovanissimi rappresentano la fascia più resistente a restare in casa, la Società italiana di medicina dell’adolescenza (Sima) ha pensato di rivolgersi proprio a loro con un video che si presenta sottoforma di una sorta di sfida, per convincerli a “stare in casa”.
 
“Io ho trovato cinque buoni motivi per restarmene a casa e combattere così la diffusione del Coronavirus, provate a trovarli anche voi!”, dice la giovane protagonista del video l’attrice Chiara Chiavetta, palermitana trapiantata a Bologna, laureata in Pedagogia Teatrale.


"1. Non voglio contagiare amici e chi mi sta intorno. 2. Non voglio tornare nella mia città di origine, Palermo, per non rischiare contagiare la mia famiglia. 3. Con gli amici basta mandarsi messaggi e telefonarsi. 4. Credo in una Italia solidale. 5. Mi piace stare in casa! Ho scoperto la lettura, la scrittura e soprattutto la pittura. Mi sto divertendo tantissimo!”. Questi, in sintesi, i motivi elencati da Chiara Chiavetta. Che lancia anche un appello e un invito ai giovani in ascolto: “State a casa e, se vi va, fateci conoscere i vostri 5 muoviti per cui avete scelto la quarantena volontaria”.
 
“In assenza di vaccini o terapie specifiche - ribadisce la dottoressa Gabriella Pozzobon, pediatra dell’Ospedale San Raffaele di Milano e presidente Sima, in una nota associata alla diffusione del video - le misure individuali di mantenere le distanze interpersonali costituiscono l’unico mezzo valido per contrastare il virus. E’ necessario che i nostri ragazzi, adeguatamente informati e sensibilizzati, acquisiscano interiormente il significato profondo di aderire al ‘patto’ con le istituzioni per il bene di tutti, consapevoli che ognuno di noi può fare, nel suo piccolo, la sua fondamentale parte. Come insegna l’esperienza della Cina, il controllo dell’epidemia in Italia nei prossimi giorni e settimane dipenderà da quanto queste misure saranno applicate e funzioneranno”.
 

12 marzo 2020
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy