Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Lunedì 08 AGOSTO 2022
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Coronavirus. Oms lancia una joint venture mondiale su ricerca e vaccini: “Lavorare insieme e garantire un accesso a equo a tutti”


L’iniziativa si chiama Access to COVID-19 Tools Accelerator e a prendervi parte un gran numero dei leader mondiali (compresa l’Italia), leader della Salute globali, imprese e fondi privati. Obiettivo comune la condivisione della ricerca contro il virus e la garanzia che qualsiasi scoperta sarà condivisa. Spicca l’assenza degli Usa e della Cina.

25 APR - “Una collaborazione globale per accelerare lo sviluppo, la produzione e l'accesso equo ai nuovi sistemi diagnostici, terapeutici e vaccini contro il Covid 19”. È questo lo spirito dell’Access to COVID-19 Tools Accelerator con cui capi di stato, leader della salute globale, fondi privati si sono impegnati a lavorare insieme per accelerare lo sviluppo e la produzione di nuovi vaccini, test e trattamenti per COVID-19 e garantire un accesso equo in tutto il mondo.
 
A fare da apripista è stata l’Organizzazione mondiale per la sanità che ha riunito in un evento virtuale vari leader mondiali (assenti Usa e Cina), dal presidente della Francia, dal presidente della Commissione europea e dalla Fondazione Bill & Melinda Gates. All'evento si sono uniti il​​segretario generale delle Nazioni Unite, il presidente della Commissione dell'Unione africana, il presidente del G20, i capi di stato di Francia, Sudafrica, Germania, Vietnam, Costa Rica, Italia, Ruanda, Norvegia, Spagna, Malesia e Regno Unito (rappresentato da il primo segretario di Stato).
 
Insieme a loro anche i leader  della Coalition for Epidemic Preparedness Innovations (CEPI), GAVI-the Vaccine Alliance, the Global Fund, UNITAID, Wellcome Trust, International Red Cross and Red Crescent Movement (IFRC), International Federation of Pharmaceutical Manufacturers (IFPMA) , la Rete dei produttori di vaccini dei paesi in via di sviluppo (DCVMN) e l'Associazione internazionale dei medicinali generici e biosimilari (IGBA) che si sono impegnati a riunirsi per lanciare questa “rivoluzionaria” collaborazione. 
 
"Fermeremo COVID-19 solo attraverso la solidarietà", ha affermato Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore generale dell'OMS. "I Paesi, i partner sanitari, i produttori e il settore privato devono agire insieme per garantire che i frutti della scienza e della ricerca possano essere di beneficio a tutti".
 
Al progetto l’Oms lavorava già da gennaio a stretto contatto con ricercatori di centinaia di istituzioni per sviluppare e testare i vaccini, standardizzare i test e standardizzare gli approcci normativi su progetti di sperimentazione innovativi e definire criteri per dare priorità ai candidati vaccinali. L'organizzazione ha già prequalificato alcuni sistemi diagnostici che vengono utilizzati in tutto il mondo e molti altri sono in cantiere. E sta coordinando una sperimentazione globale per valutare la sicurezza e l'efficacia di quattro terapie contro COVID-19.
 
La sfida “è quella di accelerare e armonizzare i processi per garantire che una volta che i prodotti siano considerati sicuri ed efficaci, possano essere portati a miliardi di persone nel mondo che ne hanno bisogno”. Il tutto per evitare quanto successo con l’Hiv o contro l’epidemia di H1N1 del 2009 dove le cure “non sono state ugualmente disponibili per tutti”.
 
"Il nostro impegno comune è garantire a tutte le persone l'accesso a tutti gli strumenti per prevenire, rilevare, trattare e sconfiggere COVID-19", ha affermato il dott. Tedros. “Nessun paese e nessuna organizzazione può farlo da solo. Access to COVID-19 Tools Accelerator riunisce la potenza combinata di diverse organizzazioni per lavorare con velocità e scalabilità"
 
I 5 punti cardine dell’iniziativa
- Impegno a raggiungere l'obiettivo condiviso di un accesso globale equo a strumenti innovativi per COVID-19.
- Impegno a un livello di partnership senza precedenti - coinvolgendo in modo proattivo le parti interessate, allineando e coordinando gli sforzi, basandosi sulle collaborazioni esistenti, elaborando collettivamente soluzioni e fondando la nostra partnership in trasparenza e scienza.
- Impegno a creare una voce forte e unificata per massimizzare l'impatto, riconoscendo che non si tratta di un'autorità decisionale singola, ma piuttosto di risoluzione dei problemi collettivi, interconnessione e inclusività, in cui tutte le parti interessate possono connettersi e beneficiare dell'esperienza, della conoscenza e delle attività di questa piattaforma condivisa orientata all'azione.
- Impegno a basarci sulle esperienze passate per raggiungere questo obiettivo, anche assicurando che ogni attività che intraprendiamo venga eseguita attraverso l'obiettivo di un equo accesso globale e che le voci delle comunità più colpite siano ascoltate.
- Impegno ad essere responsabili nei confronti del mondo, delle comunità e degli altri. Ci stiamo unendo nello spirito di solidarietà e al servizio dell'umanità per realizzare la nostra missione e visione.

25 aprile 2020
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy