Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Martedì 28 SETTEMBRE 2021
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Cefalea. Costa all'Italia 6 mld all'anno. In arrivo le linee guida Agenas


Si stima che l’colpisca circa il 15-18% delle donne ed il 6% degli uomini nel corso della vita. E' la causa del 30% delle visite specialistiche neurologiche. Le Linee Guida, elaborate con l’Iss, la Fism e diverse Società scientifiche, saranno presentate il 28 giugno a Roma. Il programma dell'evento.

24 GIU - Saranno presentate il 28 giugno, presso il Cnr, le “Linee guida nazionali di riferimento per la prevenzione e la terapia della cefalea nell’adulto”, il documento clinico-organizzativo realizzato dall’Agenas in collaborazione con l’Iss, la Fism e diverse Società scientifiche.

 Le Linee guida di Agenas in materia diagnostica, terapeutica e organizzativa, e la produzione di documentazione metodologica relativa alla loro implementazione, rispondono all’obiettivo di fornire supporto alle Regioni, e, per il loro tramite,  ai cittadini per attuare la necessaria coerenza fra i livelli essenziali previsti dalla normativa  e l’effettiva accessibilità degli stessi.

La scelta del  tema della Linea guida presentata da Agenas nasce dalla considerazione che la cefalea è diventata, nei fatti, la principale causa di disabilità e di utilizzo dei servizi, consumando l’80% circa dell’intera spesa sanitaria di area. In Italia, il costo stimato ( diretto e indiretto) si aggira sui 6 miliardi di euro l’anno. “Si comprende così come si configuri una vera e propria questione di salute pubblica relativamente all’impatto della cefalea sulla società e si imponga quindi una precoce e corretta individuazione dei soggetti che ne sono affetti ed un trattamento appropriato”, afferma l’Agenas annunciando la presentazione delle Linee Guida.


L’educazione e l’aggiornamento dello specialista che si confronta quotidianamente con questa patologia, e la formazione del medico di medicina generale nel riconoscere e trattare precocemente l’emicrania non complicata sono alcuni tra gli obiettivi di questa linea guida.

L’Oms ha inserito la cefalea tra le 20 patologie più invalidanti per le donne tra i 15 e i 45 anni.
Numerosi studi epidemiologici dimostrano che l’emicrania colpisce circa il 15-18% delle donne ed il 6% degli uomini nel corso della vita, con un picco di prevalenza nel periodo di maggiore produttività, tra i 25 ed i 55 anni. Il carattere disabilitante della cefalea ne fa una malattia sociale con elevati costi economici diretti e indiretti. La cefalea rappresenta circa il 5% delle visite per le cure primarie ed il 30% delle visite specialistiche neurologiche.
 

24 giugno 2012
© Riproduzione riservata


Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Via Boncompagni, 16
00187 - Roma

Via Vittore Carpaccio, 18
00147 Roma (RM)


Direttore responsabile
Cesare Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Presidente e AD
Vincenzo Coluccia

Direttore generale
Ernesto Rodriquez

Redazione
Tel (+39) 06.59.44.62.23
Tel (+39) 06.59.44.62.26
Fax (+39) 06.59.44.62.28
redazione@qsedizioni.it

Pubblicità
Tel. (+39) 06.89.27.28.41
commerciale@qsedizioni.it

Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy