Quotidiano on line
di informazione sanitaria
Mercoledì 24 LUGLIO 2024
Scienza e Farmaci
segui quotidianosanita.it

Asco 2021. Le ultime novità di Gilead e Kite


Sedici abstract con i risultati di tre terapie differenti, per linfoma diffuso a grandi cellule B, carcinoma mammario triplo negativo metastatico (TNBC) e il carcinoma uroteliale metastatico e leucemia linfoblastica acuta a cellule B recidivante/refrattaria, provenienti da tre studi diversi

04 GIU - Gilead Sciences, Inc. e Kite, società del gruppo Gilead, hanno annunciato oggi la presentazione al meeting annuale dell’American Society of Clinical Oncology (Asco), che si terrà dal 4 all'8 giugno, di sedici abstract che rappresentano l’estensione del portfolio Gilead-Kite Oncology. Gli abstract, che includono due presentazioni orali, approfondiscono i profili clinici di sacituzumab govitecan – il coniugato anticorpo-farmaco (ADC, antibody-drug conjugate) di Gilead – e di axicabtagene ciloleucel, la terapia con recettore antigenico chimerico delle cellule T (CAR-T), e di KTE-X19, la terapia con cellule CD3+ autologhe trasdotte anti-CD19, in una serie di tumori, ivi incluse le indicazioni esistenti e gli usi sperimentali. I risultati provengono da diversi studi attualmente in corso quali: ZUMA-1, ZUMA-3 e ASCENT.
 
Le terapie per cui verranno presentati gli abstract:
Sacituzumab goviteca (Studi ASCENT)
Sacituzumab govitecan è un anticorpo coniugato con un inibitore della topoisomerasi – il primo della sua classe – mirato al recettore Trop-2, una proteina espressa frequentemente in diversi tipi di tumori epiteliali, tra cui il carcinoma mammario triplo negativo metastatico (TNBC) e il carcinoma uroteliale metastatico (UC, urothelial cancer), dove un’elevata espressione è associata a scarsa sopravvivenza e recidiva. L’uso di sacituzumab govitecan-hziy non è approvato in Europa. La sua efficacia e sicurezza non sono state ancora stabilite.
 
Axicabtagene ciloleucel (Studio ZUMA-1)
Nell’agosto 2018, axicabtagene ciloleucel, terapia cellulare CAR-T – ha ricevuto l’Autorizzazione all’Immissione in Commercio della Comunità europea per il trattamento di pazienti adulti con linfoma diffuso a grandi cellule B (diffuse large B-cell lymphoma, DLBCL) e linfoma primitivo del mediastino a grandi cellule B (primary mediastinal large B-cell lymphoma, PMBCL) refrattari o recidivanti, dopo due o più linee di terapia sistemica.
 
Le cellule CD3+ autologhe trasdotte anti-CD19 di Kite (Studio ZUMA-3)
Nel dicembre 2020 la Commissione europea ha concesso l’Autorizzazione all’Immissione in Commercio condizionale alle cellule CD3+ autologhe trasdotte anti-CD19, la prima terapia cellulare CAR-T approvata in Europa per pazienti adulti con linfoma mantellare recidivante o refrattario dopo due o più linee di terapia sistemica, incluso un inibitore della tirosin chinasi di Bruton (BTK, Bruton’s tyrosine kinase).
La terapia con cellule CD3+ autologhe trasdotte anti-CD19 di Kite non è approvata per l’uso in pazienti adulti (≥18 anni) con leucemia linfoblastica acuta a cellule B recidivante/refrattaria (LLA-B r/r). Questo utilizzo rimane sperimentale, poiché la sua efficacia e sicurezza non sono ancora state stabilite in questo contesto.

04 giugno 2021
© Riproduzione riservata

Altri articoli in Scienza e Farmaci

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWS LETTER
Ogni giorno sulla tua mail tutte le notizie di Quotidiano Sanità.

gli speciali
Quotidianosanità.it
Quotidiano online
d'informazione sanitaria.
QS Edizioni srl
P.I. 12298601001

Sede legale:
Via Giacomo Peroni, 400
00131 - Roma

Sede operativa:
Via della Stelletta, 23
00186 - Roma
Direttore responsabile
Luciano Fassari

Direttore editoriale
Francesco Maria Avitto

Tel. (+39) 06.89.27.28.41

info@qsedizioni.it

redazione@qsedizioni.it

Coordinamento Pubblicità
commerciale@qsedizioni.it
    Joint Venture
  • SICS srl
  • Edizioni
    Health Communication
    srl
Copyright 2013 © QS Edizioni srl. Tutti i diritti sono riservati
- P.I. 12298601001
- iscrizione al ROC n. 23387
- iscrizione Tribunale di Roma n. 115/3013 del 22/05/2013

Riproduzione riservata.
Policy privacy