quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Mercoledì 04 MAGGIO 2022
EU4Health, Work Programme. Al via nuova call per la salute mentale dei rifugiati ucraini 

L’obiettivo è sostenere lo scambio delle migliori pratiche e aumentare consapevolezza e  condivisione delle conoscenze a sostegno degli operatori sanitari di lingua ucraina/russa che lavorano con gli sfollati dall’Ucraina. Previsto un budget di 2 milioni di euro. La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 31 maggio

Lanciato un nuovo invito a presentare, nell’ambito del Programma EU4Health, proposte sulle migliori pratiche per mitigare l’impatto negativo della guerra riguardo alla salute mentale e al benessere psicosociale dei migranti e delle popolazioni di profughi in fuga dall’Ucraina, rifugiate negli Stati Membri dell’Unione Europea.

L’obiettivo del “Mental health assistance for displaced people from Ukraine” è sostenere lo scambio e l’attuazione delle migliori pratiche e aumentare la consapevolezza e la condivisione delle conoscenze e esperienze a sostegno degli operatori sanitari di lingua ucraina/russa. promuovendo il collegamento in rete di tali professionisti sanitari, anche con i sistemi sanitari nazionali e con le organizzazioni non governative (Ong) che lavorano con i rifugiati che arrivano dall’Ucraina.

Con un budget di 2 milioni di euro, l’azione contribuirà all’attenuazione delle principali esperienze di salute mentale e psicologicamente traumatiche dei gruppi più vulnerabili a causa della guerra in Ucraina.

La scadenza per la presentazione delle candidature è fissata al 31 maggio 2022, ore 17:00 (Cest). L’Agenzia esecutiva per la salute e il digitale (HaDEA) ha pubblicato il bando e ha previsto inoltre una sessione informativa, che si terrà il 17 maggio dalle ore 10:30 alle ore 13:00 (CET).

© RIPRODUZIONE RISERVATA