quotidianosanità.it

stampa | chiudi


Venerdì 01 MARZO 2013
In arrivo un gel che aiuta la sopravvivenza degli spermatozoi

Si tratta di una soluzione naturale prima di rivolgersi alla fecondazione assistita. Il gel, sviluppato in collaborazione con l’università del Texas, è indicato nei giorni fertili, può essere utilizzato durante qualsiasi rapporto sessuale e ha il vantaggio di non inibire l’attività spermatica tipica dei lubrificanti tradizionali.

Solventi, unguenti e sostanze vischiose contenute nei lubrificanti vaginali tradizionali abbassano o azzerano l’attività spermatica. Ad attestarlo è stato un recente studio condotto dalla Southwestern Fertility Associates of the University of Texas, Southwestern Medical Center di Dallas che ha testato l’azione di lubrificanti vaginali sia chimici sia naturali (olio di Canola e d’oliva) sullo sperma di alcuni donatori in salute in determinati momenti dal contatto fra le due sostanze (dopo 1, 15, 30 e 60 minuti), con tecniche differenti (una indagine manuale e un’analisi del seme automatizzata) e diversi prodotti lubrificanti evidenziando una inibizione della motilità dello sperma tra il 60 e il 100% dopo 60 minuti di incubazione. Esattamente il contrario di quanto pensano milioni di coppie che utilizzano questi prodotti per avere una maggiore attività sessuale mirata alla procreazione.

Da oggi però esiste un’alternativa, che, grazie alla formulazione a base di ioni di calcio e magnesio, assente nella maggior parte dei prodotti vaginali di uso corrente ma essenziale per la sopravvivenza cellulare e per il processo di fertilità, aumenta le probabilità di fecondazione. Questo gel di ultima generazione (ConceivePlus) favorisce, infatti, l’unione immediata tra liquido cervicale e spermatico grazie alla perfetta osmosi tra pH specifico (tra 7.0 e 8.5) ed elettroliti, una condizione necessaria alla sopravvivenza degli spermatozoi, anche a quelli più sensibili ai livelli di osmolarità (ossia alla concentrazione di sale in una soluzione), e alla fecondazione. Il processo è favorito, inoltre, dall’assenza di inibitori pericolosi, quali l’Edta (acido etilendiamminotetraacetico), o di alcuni zuccheri complessi che possono interferire con il buon esito del concepimento. Le caratteristiche di sicurezza della formulazione (rispetta il pH naturale vaginale, riduce la secchezza, permette il regolare utilizzo) ed il comprovato miglioramento della motilità degli spermatozoi, sia in relazione ad altri lubrificanti sia con spermatozoi in condizioni ottimali senza l’utilizzo di nessun lubrificante, ne fanno un prodotto raccomandato dai ginecologi soprattutto alle coppie che cercano il primo figlio, prima di rivolgersi alle tecniche di fecondazione assistita, assai più invasive e complesse. Le informazioni sono disponibili sul sito www.conceiveplus.com/it.

“Per sopravvivere e spostarsi all’interno del muco cervicale – ha spiegato Andrea Fiaccavento, ginecologo e responsabile del Centro Interdisciplinare Endometriosi della Casa di Cura Pederzoli di Peschiera del Garda (BS) – gli spermatozoi hanno bisogno di un ambiente che contenga elettroliti e che rientri in un range di pH tra 0.7 e 8.5, secondo i parametri fissati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, nel rispetto di una condizione di osmolarità e tonicità. Parametri che vengono garantiti da un gel di ultima generazione (Conceive Plus), che aumenta la sopravvivenza degli spermatozoi, mantenendone la vitalità, a differenza dei lubrificanti tradizionali che, al pari della saliva, tendono a costruire una barriera dannosa per lo sperma. Da qui la ragione per cui i lubrificanti vaginali  sono sconsigliati in caso di rapporti sessuali portati al concepimento”.

Particolarmente indicato nei giorni fertili, il gel (Conceive Plus) può essere utilizzato durante qualsiasi rapporto sessuale, con l’ulteriore vantaggio (per le la sua formulazione leggera, delicata e sicura) di  diminuire la secchezza vaginale e aumentare il piacere sessuale della coppia. “Un aspetto rilevante – ha concluso Fiaccavento – poiché recenti ricerche hanno mostrato che le coppie che hanno rapporti sessuali soddisfacenti durante l’ovulazione hanno maggiori possibilità di concepire in tempi più rapidi, contrariamente a quanto avviene quando il sesso diventa doloroso a causa della secchezza o non soddisfacente per l’ansia da prestazione. A ciò si aggiunga che più gli uomini sono stimolati ed eccitati più producono spermatozoi; numerosi studi hanno, infatti, attestato un aumento della produzione di spermatozoi fino al 50% in condizioni di piacere rispetto a situazioni ‘forzate’ e ‘meccaniche’, quali la ricerca del concepimento”.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA